Max-width 100% Max-width 100% -

Alberi che Camminano


Regia: Mattia Colombo
Anno di produzione: 2014
Durata: 59'
Tipologia: documentario
Genere: etnologico/sociale
Paese: Italia
Produzione: OH!PEN
Distributore: n.d.
Data di uscita: n.d.
Formato di proiezione: HD, colore
Ufficio Stampa: Studio Alfa
Titolo originale: Alberi che Camminano

Recensioni di :
- ALBERI CHE CAMMINANO - Un poetico tributo a Madre Natura
- FdP 55 - "Alberi che Camminano": il legame tra l'uomo e gli alberi

Sinossi: Il documentario ha per protagonisti gli alberi e gli uomini che ci lavorano attorno, che li tagliano, che li fanno suonare e galleggiare, li trasformano in libri, che si riposano alla loro ombra e credono alle leggende degli spiriti nascosti sotto la loro corteccia, al riparo dal vento e dal tempo.

Sito Web: https://it-it.facebook.com/pages/Alberi-Che-Cam...

Ambientazione: Trentino / Molfetta / Marittima di Diso / Monopoli

"Alberi che Camminano" è stato sostenuto da:
Trentino Film Commission
Apulia Film Commission: 9.824,00 euro (Apulia National Film Fund)
MIBACT


Libro sul film "Alberi che Camminano":
"Il Peso della Farfalla"
di Erri De Luca, 70 pp, collana I narratori, 2009
Il re dei camosci è un animale ormai stanco. Solitario e orgoglioso, da anni ha imposto al branco la sua supremazia. Forse è giunto il tempo che le sue corna si arrendano a quelle di un figlio più deciso. E novembre, tempo di duelli: è il tempo delle femmine. Dalla valle sale l'odore dell'uomo, dell'assassino di sua madre. Anche l'uomo, quell'uomo, era in là negli anni, e gran parte della sua vita era passata a cacciare di frodo le bestie in montagna. E anche quell'uomo porta, impropriamente, il nome di "re dei camosci" - per quanti ne aveva uccisi. Ha una Trecento magnum e una pallottola da undici grammi: non lasciava mai la bestia ferita, l'abbatteva con un solo colpo. Erri De Luca spia l'imminenza dello scontro, di un duello che sembra contenere tutti i duelli. Lo fa entrando in due solitudini diverse: quella del grande camoscio fermo sotto l'immensa e protettiva volta del cielo e quella del cacciatore, del ladro di bestiame, che non ha mai avuto una vera storia da raccontare per rapire l'attenzione delle donne, per vincere la sua battaglia con gli altri uomini. "In ogni specie sono i solitari a tentare esperienze nuove," dice De Luca. E qui si racconta, per l'appunto, di questi due animali che si fronteggiano da una distanza sempre meno sensibile, fino alla pietà di un abbraccio mortale.
prezzo di copertina: 7,50

Acquistalo su € 15.81



Libri correlati:
"Alberi che Camminano. Libro + DVD"
di Erri De Luca, Mattia Colombo, 16 pp, collana Real Cinema, 2015
“Vedi qualcosa?” chiese Gesù al miracolato che aveva acquistato la vista per la prima volta. “Vedo gli uomini,” rispose quello, “poiché vedo come degli alberi che camminano.”

L’albero è una figura opposta al movimento: dove nasce muore. Però esiste una seconda vita, che inizia quando smette di scorrere la linfa nei suoi vasi. È la vita del legno.
Suo prodigio non è solo il fatto che brucia, offrendo con il fuoco il calore all’accampamento della specie umana. Sua maggiore virtù è che galleggia. Così è stato possibile imparare il mondo, che è liquido in gran parte. Il legno è diventato prua, timone, remo, issato come albero maestro ha sorretto la vela a catturare il vento.
I boschi sono diventati flotte e hanno esplorato la geografia scrivendo il romanzo della terra. Ulisse, Sindbad, Magellano, Vasco De Gama, Cook sono saliti a bordo di alberi che camminano sul mare. Il primo bastimento descritto è l’immensa scialuppa di salvataggio costruita da Noè su commissione della divinità. Atterrò sulla cima di un monte, unendo l’alto e il basso come in nessun’altra impresa umana. Uno scrittore che con le sue pagine si sparge negli scaffali del mondo è in debito con gli alberi.

Nel booklet: testi inediti di Erri De Luca.

prezzo di copertina: 9,90


SSBWaWFnZ2kgRGkgUm9ieQ==

Video


Foto