Max-width 100% Max-width 100% -

Boramey: I Fantasmi nelle Fabbriche (2021), di Tommaso Facchin, Ivan Franceschini
locandina di "Boramey: I Fantasmi nelle Fabbriche"

Cast


Soggetto:
Tommaso Facchin
Ivan Franceschini

Sceneggiatura:
Tommaso Facchin
Ivan Franceschini

Montaggio:
Tommaso Facchin

Fotografia:
Tommaso Facchin

Suono:
Matteo Bordin (Sound Design e Mix)

Produttore:
Ivan Franceschini
Roberto Cavallini

Produttore Esecutivo:
Ratana Heng

Color Grading:
Francesco Marotta
Regia: Tommaso Facchin, Ivan Franceschini
Anno di produzione: 2021
Durata: 60'
Tipologia: documentario
Genere: lavoro/sociale
Paese: Italia
Produzione: Made in China Journal, Altrove Films
Distributore: n.d.
Data di uscita:
Formato di proiezione: HD, colore
Titolo originale: Boramey: I Fantasmi nelle Fabbriche
Altri titoli: Boramey: The Ghosts in the Factory

Sinossi: Sreyra, Ponler e Sreyven sono tre giovani operaie tessili cambogiane. Giorno dopo giorno, producono capi d’abbigliamento per i più importanti marchi globali, finché un evento eccezionale non sconvolge la loro routine: improvvisamente svengono sul posto di lavoro, causando malori a catena tra le colleghe. Svenimenti di massa come questi non sono rari in Cambogia, dove le condizioni di lavoro rimangono molto dure. Secondo sindacalisti e funzionari governativi, le ragioni vanno cercate in orari di lavoro eccessivamente lunghi, temperature troppo alte e malnutrizione. Eppure le lavoratrici raccontano una storia diversa: quanto è successo loro sarebbe opera di spiriti (Boramey), irritati dalla mancanza di rispetto dimostrata dai proprietari delle fabbriche. Partendo da questo sfondo enigmatico, Boramey: Fantasmi nelle Fabbriche vuole offrire uno spaccato sulla vita delle lavoratrici tessili cambogiane, all’incrocio tra lavoro, religione, famiglia e spiritualità.

Ambientazione: Cambodia

SSBWaWFnZ2kgRGkgUm9ieQ==