Desktop CinemaItaliano.info - Tutto il nuovo cinema italiano lo trovi qui
Max-width 100% Max-width 100% -

Il Muto di Gallura (2021), di Matteo Fresi
locandina di "Il Muto di Gallura"

Cast

Interpreti:
Andrea Arcangeli
Marco Bullitta
Giovanni Carroni
Syama Rayner
Stefano Mereu (Anton Stefano)

Soggetto:
Matteo Fresi
Carlo Orlando

Sceneggiatura:
Matteo Fresi
Carlo Orlando

Musiche:
Paolo Baldini

Montaggio:
Valeria Sapienza

Costumi:
Monica Simeone

Scenografia:
Alessandro Vannucci

Fotografia:
Gherardo Gossi

Suono:
Alberto Marras (Boom Operator)

Casting:
Jorgelina Depetris

Produttore:
Domenico Procacci
Laura Paolucci

Produttore Esecutivo:
Ivan Fiorini

Make-Up:
Lucia Patullo

Assistente alla Regia:
Alessandra Gori

Assistente alla Regia:
Marco Modafferi

Colorist:
Daniele Cipriani
Regia: Matteo Fresi
Anno di produzione: 2021
Durata: 103'
Tipologia: lungometraggio
Genere: drammatico
Paese: Italia
Produzione: Fandango; in collaborazione con Rai Cinema
Distributore: Fandango Distribuzione
Data di uscita: 24/04/2022
Formato di proiezione: DCP, colore
Ufficio Stampa: Daniela Staffa / Fandango Press Office / Mario Locurcio / Maria Rosaria Giampaglia
Titolo originale: Il Muto di Gallura
Altri titoli: The Mute Man of Sardinia

Recensioni di :
- TORINO FILM FESTIVAL 39 - "Il Muto di Gallura"

Sinossi: Quasi un western ambientato tra i monti e i boschi della Gallura, dove, tra il 1849 e il 1856 si consuṃ una feroce faida tra le famiglie Mamia, Pileri e Vasa che cauṣ decine di morti. Tra gli artefici c’era Bastiano Tansu, detto il Muto, divenuto protagonista di una leggenda ancora, in parte, avvolta nel mistero.

"Il Muto di Gallura" è stato sostenuto da:
Sardegna Film Commission


Libro sul film "Il Muto di Gallura":
"Il Muto di Gallura (Racconto Storico Sardo)"
di Enrico Costa, 246 pp, Il Maestrale, collana Tascabili. Narrativa, 2019
Sapeva Enrico Costa (come un personaggio di Borges) che «la soluzione del mistero è sempre inferiore al mistero». Nell'indagare sul leggendario criminale detto «il muto di Gallura», fa ś luce sulla figura storica del bandito Sebastiano Tansu (uomo di media statura, biondo, sordomuto dalla nascita, intelligente e dalla vista acutissima) e sulla faida che verso la metà dell'Ottocento sconvolse tre famiglie del paese di Aggius, contando settanta morti ammazzati, ma in fondo s'impegna ad alimentare la leggenda-mistero. Il narratore s'insinua negli interstizi della storia e della leggenda, chiarisce fatti e psicologie, ma poi semina il dubbio, e nella instabilità dell'avventura investigativa coinvolge il lettore con un intreccio circolare da romanziere sagace. Vinta la scommessa paradossale di «far parlare un muto», resta quella landa di silenzi - e su tutti quello che avvolge la scomparsa nel nulla di Sebastiano - dove pụ spaziare la fantasia dell'autore, concedendo spazio a quella sacrosanta del lettore.
Prefazione di Franco Fresi.

prezzo di copertina: 10,00


Note:
Dall'omonimo romanzo di Enrico Costa.

SSBWaWFnZ2kgRGkgUm9ieQ==


Foto