Max-width 100% Max-width 100% -

Tutti i premi del "Clorofilla Film Festival" 2007


Si è chiuso nel parco della maremma il festival che dà spazio alla nuova "linfa" del cinema italiano. Vincono "Il Rabdomante" di Fabrizio Cattani e "Rosso Come il Cielo" di Cristiano Bortone. Migliori interpreti Pascal Zullino ed Anna Bonaiuto. Migliore Corto "La Cena di Emmaus" di Josè Corvaglia.


Tutti i premi del
Anna Bonaiuto al Clorofilla 2007
Tanti premi al Clorofilla Film Festival. Dopo venti giorni di proiezioni, reading, monologhi teatrali e presentazioni di libri tra il Parco di Pietra di Roselle (Grosseto) ed il Cassero Senese di Grosseto, la manifestazione si è conclusa con le premiazioni avvenute nel Parco della Maremma sabato 18 agosto, nell’ambito di Festambiente. Due sono stati i lungometraggi vincitori, scelti a rappresentare la nuova “linfa” del cinema italiano: “Rosso Come il Cielo” di Cristiano Bortone che racconta la storia di Mirco Mencacci, diventato uno dei più quotati montatori del suono nonostante sia diventato cieco a causa di un incidente, e “Il Rabdomante” di Fabrizio Cattani, un film che parla di mafia, acqua e di un’amicizia profonda ambientata nel Sud tra un quarantenne con il dono della rabdomanzia e una giovane donna dell’Est in fuga. Ancora “Il Rabdomante” ha vinto il premio per il miglior attore che è andato a Pascal Zullino, mentre Anna Bonaiuto, presente al Clorofilla insieme a Tony Servillo, è stata premiata per la prova nel film “L’Uomo di Vetro” di Stefano Incerti. Miglior cortometraggio è risultato “La Cena di Emmaus” di José Corvaglia che ha avuto il coraggio di realizzare “un cortometraggio fuori dagli schemi dove si fondono fiction, suggestioni pittoriche e oniriche, radiodramma e teatro”. Menzione speciale a “Rosso Malpelo” di Pasquale Scimeca per il progetto di cooperazione in Bolivia legato al film. E infine una nota di colore: il premio assegnato da Johnny Palomba che è andato ancora a “Il Rabdomante”. Tre riconoscimenti in totale per Cattani ed il suo film che uscirà nelle sale a settembre. Ai vincitori dei premi assegnati al Clorofilla Film Festival e intitolati alla memoria di Paolo Cimoni, un volontario di Legambiente prematuramente scomparso, è andata una scultura realizzata artigianalmente da Tony Spizzirri che ha recuperato i braccioli di un vecchio cinema di Grosseto per costruire delle vele in legno. Oltre ai lavori di Spizzirri, ognuno dei premiati riceverà 500 euro da devolvere ad associazioni no profit. Il Clorofilla è stato organizzato da Circolo Festambiente, Associazione Carme – Arci Comitato Provinciale di Grosseto, Comunicazioni d’Essé, Gruppo Tradizioni Popolari “Galli Silvestro”, Vincenzo Savelli- ed in collaborazione con Associazione Nickelodeon e FestambienteSud.

20/08/2007, 16:02

Ultime notizie

News:
LOCARNO 75 - Nascono il Pardo Verde WWF e il Green Film Fund

Al via con la 75esima edizione del Locarno Film Festival il Locarno ...

Continua News:

Note di regia de "La mia ombra e News: