Max-width 100% Max-width 100% -

Magna Graecia Film Festival 2008: report 27 luglio


Magna Graecia Film Festival 2008: report 27 luglio
Matteo Garrone premiato a Soverato (CZ)
Da Scola alla Falchi, dalle sfilate di moda al “fenomeno dell’anno” “Gomorra”. La 5. Edizione del Magna Graecia Film Festival, chiude in modo memorabile una settimana ricca di eventi all’insegna del giovane cinema italiano. Nel pomeriggio di ieri, all’interno della conferenza stampa di chiusura, il più importante portavoce della giuria, il maestro Ettore Scola, ha incontrato la stampa per “tirare le somme” di questa 5. Edizione. Sembrerebbe questa, per il regista, la formula vincente, non solo per avvicinare la gente al cinema, quanto per fare avvicinare le persone l’uno con l’altro: "E’ il concetto inverso della televisione. Chi viene qui si trova per forza ad incontrare dei vicini, a parlarci e a confrontarsi, e così “torna a vivere”, lontano dalla solitudine provocata da poltrona e telecomando". Ad aprire la serata è stata una sfilata di moda, allestita per mostrare le creazioni che il maestro orafo Gerardo Sacco, ha negli anni elaborato e che gli hanno fatto assegnare il nome di “orafo delle dive”. Per presentare e introdurre i vincitori del concorso, insieme al direttore artistico Gianvito Casadonte, è salita sul palco l’attrice Anna Falchi, estasiata dal numeroso pubblico e dalla calorosa accoglienza. I primi due premi sono stati assegnati alle registe di cortometraggi Giorgia Lepore, per “Addio” proiettato la scorsa edizione, e Marzia Conti, per “La Lumaca”. E’ stata poi la volta del Premio Giuria Popolare, assegnato attraverso i voti sul sito ufficiale del MGFF e vinto da Toni D’Angelo per “Una Notte”, che ha dedicato il premio alla compagna e alla figlia Maya. All’attore Marco Bovini, il compito di premiare il miglior attore, assegnato a Valerio Mastrandrea per il ruolo del conducente di autobus “Franz” in “Notturno Bus” di Davide Marengo. Da quest’anno il direttore artistico del MGFF ha voluto premiare anche la migliore produzione” e la “Colonna d’Oro” è andata nelle mani di Francesca Cima che con “La Ragazza del Lago” sta ottenendo successi non solo al botteghino,ma anche nelle varie kermesse. Il gruppo riunitosi a decidere i vincitori di quest’anno, ha voluto segnalare una Menzione Speciale della Giuria, assegnando il premio a Giorgio Faletti, il boss della malavita romana detto “il primario” nel film “Cemento Armato” di Marco Martani. La giovane Alba Rohrwacher, una delle promesse del cinema italiano contemporaneo, si aggiudica il premio per la “migliore attrice”, per il ruolo nel film corale “Non c’è Più Niente da Fare” di Emanuele Barresi. Il successo ottenuto a “Cannes”, il coraggio di trattare argomenti così duri e la bravura nel trasportare in immagini le pagine del libro omonimo di Saviano, hanno fatto si che la “” per “la promozione del cinema italiano nel mondo”, sia stata assegnata a Matteo Garrone per “Gomorra”, fuori concorso al “MGFF”. Trionfa come “Migliore Opera Prima”,la commedia sentimentale “Lezioni di Cioccolato” di Claudio Cupellini, interpretata da Luca Argentero e Violante Placido che, come riferito dal maestro Scola "è riuscita a trattare temi difficili con densità e lievità, il segreto della commedia all’italiana". Per concludere, è stata proiettata nella serata finale, dabnti ad un folto pubblico, la pellicola di Matteo Garrone "Gamorra"

28/07/2008, 13:54

Antonio Capellupo

Ultime notizie

News:
BCT FESTIVAL 6 - Premi alla carriera a Claudio Bisio, Mara...

Si alza il sipario sui primi ospiti della 6. edizione del BCT - Fest...

Continua News:

SOLE LUNA DOC FILM FESTIVAL 2022 - La giuria ed anteprima con "Brotherhood" News:

News:
SOLE LUNA DOC FILM FESTIVAL 2022 - La giuria ed anteprima ...