Max-width 100% Max-width 100% -

LUCE E YOUTUBE - L'archivio storico va online


Per Rodrigo Cipriani Foresio, Presidente di Istituto Luce-Cinecittà. “Una svolta storica tecnologica e culturale: la memoria storica italiana, e degli altri paesi, a disposizione di tutti sul canale video online più diffuso al mondo”,


LUCE E YOUTUBE - L'archivio storico va online
Federico Fellini e Claudia Cardinale
30.000 video su un totale di 100.000 del materiale dell’Archivio Storico del Luce, sono da oggi accessibili sul canale www.youtube.com/cinecittaluce, grazie all'accordo tra Istituto Luce Cinecittà e Google. Gli storici cinegiornali, recentemente candidati dalla Commissione Italiana Unesco per l’inserimento nel registro Unesco “Memoria del Mondo”, il materiale documentaristico, i servizi e i filmati che raccontano 40 anni di storia italiana e l’evoluzione della società attraverso la tecnologia, l’arte, il cinema, la politica e il costume.

Un’intesa finalizzata non solo alla diffusione e alla tutela della memoria storica del nostro Paese, ma anche una partnership tecnologica che permette di accedere a un archivio di grande importanza. “Sono state infatti realizzate apposite playlist tematiche per consentire agli utenti di YouTube di navigare in modo semplice all’interno di una mole così vasta di documenti storici”, precisa Federica Tremolada, responsabile partnership per Youtube in Italia. “Non solo, l’accordo si avvale anche del ContentID, un sistema tecnologico gratuito per la tutela del copyright su Youtube che consente di rilevare il caricamento di un video non autorizzato e la sua conseguente monetizzazione", conclude Tremolada.

Mentre per Carlo D'Asaro Biondo, presidente di Google Europa, “YouTube non è una piattaforma per contenuti anglo-americani, Internet deve incontrare anche il locale, tramandare la storia e la cultura cinematografica italiana alle generazioni future e far conoscere al mondo la nostra storia”.

Un accordo importante anche per chi realizza programmi di storia e che per anni si è avvalso del materiale messo a disposizione dall’Archivio dell’Istituto Luce, come Giovanni Minoli. “La storia non è un busto di marmo, ma qualcosa da raccontare come un telefilm, commenta il conduttore del programma di approfondimento “La storia siamo noi”.
Infine per Paola Cortellesi, testimonial dell’accordo e uno dei volti più interessanti del cinema italiano, si tratta di “un’occasione unica per capire il nostro passato, soprattutto per i giovanissimi che utilizzano tantissimo YouTube”.

06/07/2012, 16:18

Monica Straniero

Continua...

Ultime notizie

News:
I MILLE CANCELLI DI FILIPPO - Sabato 2 aprile a Firenze

Un’occasione di conoscenza, confronto e condivisione, in occasione d...

Continua News:

News:

News:
BERGAMO FILM MEETING 40 - Il programma di giovedì 31 marzo

Links correlati