Max-width 100% Max-width 100% -

"L'intruso" e "Temporary 8th" vincono Visioni Italiane 2013



L'Intruso
Miglior film dell'edizione 2013 del festival Visioni Italiane è "L’intruso" del padovano Filippo Meneghetti (classe 1980), attivo a Parigi, interpretato tra gli altri da Roberto Citran. “È difficile - ha dichiarato la giuria - mostrare l’invisibile. Il regista ci è riuscito, realizzando un racconto sospeso e nello stesso tempo ancorato a una struttura narrativa molto convincente. La paura è il centro della narrazione. Quella paura da cui tutto ha origine e a cui tutto torna. Ed è la paura a mettere alla prova l’esistenza stessa dei protagonisti, spingendoli a compiere il loro breve viaggio al ritmo pulsante di un cuore che batte”.

Questa la poetica motivazione della giuria composta da Claudio Bisoni (critico e docente), Jacopo Bonvicini (attore), Marco Pettenello (sceneggiatore), Costanza Quatriglio (regista) e Andrea Santonastaso (attore e conduttore radiofonico), che ha assegnato anche due menzioni speciali a "Fiumana" di Julia Gromskaya e "Una volta fuori" di Renato Chiocca.

La giuria del concorso Visioni Doc – composta da Maura Delpero (regista), Maurizio Di Rienzo (critico), Alberto Nerazzini (regista e giornalista) – ha invece scelto come Miglior documentario il lavoro ambientato nella Budapest contemporanea "Temporary 8th", del collettivo bolognese ZimmerFrei: “Sguardo registico consapevole fra memoria e futuro su un crocevia apparentemente periferico dell’Europa, la Budapest di oggi, il cui concetto urbanistico spazio-temporale è focalizzato dalle diverse esperienze estetiche e politiche di coloro che lo abitano”.

04/03/2013, 12:12

Ultime notizie

News:
RIVER FILM FESTIVAL 16 - I vincitori River Educational

Il 13 maggio 2022, giornata conclusiva del Riiver Film Festival, all...

Continua News:

News:

News:
MARTIN EDEN - Il 19 giugno su Rai Storia per il ciclo “Bin...