Max-width 100% Max-width 100% -

Dal 26 al 30 giugno 2013 la quarta edizione del Riaceinfestival


Dal 26 al 30 giugno 2013 la quarta edizione del Riaceinfestival
Il RiaceInFestival, festival delle migrazioni e delle culture locali di Riace (RC), è una manifestazione nata sull’onda della politica di accoglienza e reinsediamento dei rifugiati e richiedenti asilo politico che l’amministrazione comunale del paese dei Bronzi sta attuando da diversi anni con risultati molto positivi insieme al comune di Caulonia. Tra il 26 e il 30 giugno 2013, oltre alla proiezione dei cortometraggi in concorso, sono previsti altri eventi tra arte, letteratura, cinema, teatro, musica e impegno civile. La principale novità di questa edizione è la finestra che viene aperta sul tema della salvaguardia dell’ambiente in collaborazione con l’Associazione Comuni Virtuosi.
Per la promozione del festival è stato creato un bel videoclip, lanciato sul web da pochi giorni, realizzato dalla casa di produzione Asimmetrici Film di Locri con la musica del noto cantautore calabrese Peppe Voltarelli: http://www.youtube.com/watch?v=xN9YAyOHCtE&feature=share&list=PL13E503C3AD4D11F0

Nella mattinata del 29 giugno si svolgerà un evento speciale dedicato agli alberi: verrà inaugurato il ‘Parco Urbano Sara’ dedicato a una portatrice d'acqua nel quale abitanti di Riace di varia etnia pianteranno due alberi di melograno chiamati Albero della Memoria e Albero della Speranza, uno in ricordo delle vittime della ‘ndrangheta e l'altro in ricordo di tutti i profughi morti in mare; Tiziana Volta presenterà quindi il ‘Kaki Three Project’ e candida il Comune di Riace ad accogliere un albero di Cachi di Nagasaki, simbolo internazionale della pace; infine, verrà presentato il progetto “Un albero per ogni nuovo nato” , attraverso il quale verrà piantato un nuovo albero pe r ogni nuovo cittadino di Riace, e verranno letti alcuni articoli della Costituzione e della Dichiarazione universale dei diritti umani in varie lingue. Verrà piantato anche un albero in ricordo di Dino Frisullo, al quale viene dedicato anche un convegno il 29 giugno.

Gli eventi cinematografici
Il fulcro cinematografico del festival è costituito dal concorso per filmakers con il quale si vuole dare spazio a cortometraggi indipendenti legati ai temi delle migrazioni, della multiculturalità e, quest’anno, anche ai temi della difesa dell’ambiente e della sensibilizzazione nei confronti della raccolta differenziata, anche per ciò che riguarda la creazione di occupazione e la riduzione del business delle criminalità organizzate. Non a caso Riace è uno dei pochi comuni della Locride che applica la differenziata e lo fa utilizzando gli asini.
Sono state istituite giurie di esperti ed appassionati di cinema: per la sezione di concorso Migranti e culture locali Gioacchino Criaco (scrittore), Tonino De Pace (presidente Circolo del Cinema Zavattini – RC), Massimo Cusato (musicista gruppo Quartaumentata), Margherita Catanzariti (scrittrice e giornalista), Cristina Riso (membro Archivio Stopndrangheta); per la sezione di concorso Cortometraggi Ambiente: Nuccio Barillà (Segreteria Nazionale Legambiente), Francesco Loccisano (musicista), Gianluca Albanese (editore Lente Locale), Giuseppe Trimarchi (scrittore e giornalista) e Eleonora Aragona (giornalista La Riviera)
Sono in programma due incontri con registi: il 27 giugno Michelangelo Frammartino presenterà al pubblico spezzoni di alcuni suoi film in una serata condotta dal critico cinematografico Antonio Capellupo ed il 29 giugno Francesco Munzi presenta il suo film “Il resto della notte” dialogando con la giornalista Maria Teresa D’Agostino. Per le proiezioni fuori concorso il cartellone offre il 26 giugno il film “Aspromonte” di Hedy Krissane con introduzione del Professore Tonino Perna ed il 30 giugno il film “L’avvelenata. Cronaca di una deriva” di Claudio Metallo.

13/06/2013, 14:57

Continua...

Ultime notizie

LARVAE - Proiezione il 28 marzo al Cinema Massimo di Torino

Lunedì 28 Marzo 2022 alle ore 21:00 al Cinema Massimo di Torino (Via...

Continua