Max-width 100% Max-width 100% -

In edicola con il Resto del Carlino il dvd del documentario
di Giorgio Diritti su Genus Bononiae


In edicola con il Resto del Carlino il dvd del documentario di Giorgio Diritti su Genus Bononiae
Da venerdì 4 ottobre il Resto del Carlino (edizione di Bologna e provincia) porta in edicola "Genus Bononiae. Musei nella Città": un documentario, diretto dal noto regista Giorgio Diritti, che ci accompagnerà alla scoperta dell’affascinante percorso culturale e artistico tra i palazzi e le vie di Bologna.

Pur presentandosi essenzialmente come un film propositivo sulla valorizzazione del progetto museale sostenuto e realizzato dalla Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna, "Genus Bononiae" è lungi dall’essere una didascalica sequenza di immagini e di informazioni sugli edifici architettonici bolognesi. "Genus Bononiae" per stessa ammissione del regista è un docu-film, un’opera a metà tra finzione e realtà.  Da un lato il regista documenta scrupolosamente l’anno e mezzo di costruzione di questo progetto dedicato al “museo diffuso cittadino” e dall’altro ci porta, attraverso il suo sguardo poetico, a cogliere l’espressione del sentimento della città e della sua gente attraverso il filo conduttore delle dodici dame. Sono stati, infatti, i busti di 12 celebri dame bolognesi del ‘600 (che fino a qualche tempo fa si trovavano sparsi in vari luoghi della città tra i musei e i caveau della Fondazione Carisbo) a suggerire al regista la chiave per descrivere la bellezza dei luoghi in cui le stesse opere erano conservate e a trasmettere, attraverso le storie personali di ciascuna di esse e ai ritratti sociologici del tempo, quel senso di appartenenza e di comunità che tanto caratterizza Bologna e il suo “genus”.Un esempio fra tutte la monaca compositrice e musicista Lucrezia Orsini Vizzana, una donna peraltro di chiesa, che sfidò i pregiudizi del tempo pur di dedicarsi alla sua passione per la musica. Attraverso "Genus Bononiae. Musei nella Città", Diritti ha vinto una duplice scommessa: quella di essere riuscito a raccontare e a svelare il magnifico e prezioso patrimonio di questa città, non sempre noto, e quella di lasciare nello spettatore un forte e piacevole desiderio di avventurarsi alla scoperta dello spirito e dei luoghi che nei secoli hanno reso grande la città di Bologna. 

Il DVD sarà disponibile per un mese oltre al prezzo del quotidiano al prezzo di euro 6,90.

"La proposta della “Fondazione Musei per la Città” di realizzare questo documentario, mi è parsa da subito affascinante. In particolare ho apprezzato l’idea che la ispirava: allargare il senso museale alla dimensione della città viva, al percorrerla per scoprila, intrecciando il passato al presente, esprimendo il valore delle opere e delle persone negli spazi che - testimoni della sua storia - l'hanno resa celebre, e che per l'occasione sono stati restaurati. Realizzarlo mi ha permesso di vivere un'avventura diversa nel lavoro, col desiderio di trasferire questa sensazione, riappropriandomi nello stesso tempo del piacere di guardare e scoprire Bologna. " - ha dichiarato Giorgio Diritti.

10/10/2013, 15:13

Continua...

Ultime notizie

ISREAL 6 - I vincitori

"The Postcard" della regista marocchina Asmae El Moudir è il film vi...

Continua