Max-width 100% Max-width 100% -

NAPOLI FF 18 - I "Luoghi" di Antonello Faretta


Intervista con il regista di "Montedoro" primo film proiettato al Napoli FF nella sezione Nuovo Cinema Italia e prodotto dalla Noeltan di Adriana Bruno


NAPOLI FF 18 - I
Antonello Faretta al Napoli Film Festival 2016
Un paese fantasma, il ritorno dall'America di una donna alla ricerca delle proprie radici, "Montedoro" è il film diretto da Antonello Faretta ambientato a Craco, il suggestivo paese fantasma della Basilicata.
Come è nata l'idea della storia che racconti nel tuo film?

"Posso dire che è un po' la storia che è venuta a cercarmi... il documentario che volevo realizzare si è trasformato in un film di finzione o meglio in cinema del reale, perché ho usato degli elementi della realtà, delle storie vere, per fare un film di mera finzione.
Non c'è stata dunque un'idea inziale, ma un fuoco che si è acceso nel luogo, il paese fantasma Craco, e poi si sono aggiunti altri elementi, in primo luogo questa donna, Pia Marie che è diventata la protagonista del film".

Come ci sei entrato in contatto con lei?

"Per caso, perché avevo girato un altro film con John Giorno, uno degli ultimi esponenti della beat generation originario della Basilicata, e uno degli episodi del film finisce su Youtube e mi scirve una signora, Pia Marie Mann, che mi dice di essere la presidente della Craco Society di New York. E li si è acceso un altro fuoco. Ho pensato, io mi trovo qui in un paese abbandonato mentre dall'altra parte dell'oceano si trovano i discendenti di questa comunità. Allora lei mi disse che trenta di loro, quell'estate, avrebbero compiuto un viaggio per vedere le case da cui erano partiti i genitori e i nonni. Ho chiesto loro l'autorizzazione per filmarli e li ho accolti già dal loro arrivo a Bari e poi nel viaggio verso Craco e ho filmato tutte le emozioni di questa gente a contatto con i luoghi dei propri avi. Da lì siamo passati al racconto personale di Pia Marie che è diventato il racconto del film".

Dopo Montedoro a cosa stai lavorando?

"Ho un altro soggetto, sto lavorando al trattamento e alla sceneggiatura di un nuovo film ma per scaramanzia non dico di cosa tratta. Posso solamente dire che il protagonista sarà, come in "Montedoro", un luogo prima ancora che delle persone e molto probabilmente questo luogo sarà un fiume, "il fiume".

27/09/2016, 09:54

Stefano Amadio

Ultime notizie

News:
LA SANTA PICCOLA - In sala a Torino fra cinema e arte cont...

La Santa Piccola, il film di Silvia Brunelli uscito da Biennale Cine...

Continua News:

BIOGRAFILM 18 - Rosso di Sera in anteprima mondiale News:

News:
BIOGRAFILM 18 - Rosso di Sera in anteprima mondiale