Max-width 100% Max-width 100% -

I FIGLI DELLA NOTTE - Un'estate piena di festival


L'opera prima di Andrea De Sica sarà proiettata a Poggio Mirteto, Cesena, Roma, Siracusa, Montefiascone, Gallio, Catanzaro, Bobbio, Mantova e Spoleto.


I FIGLI DELLA NOTTE - Un'estate piena di festival
Una scena de "I Figli della Notte" di Andrea De Sica
Continua la corsa ai Festival per "I Figli della Notte", il film d’esordio di Andrea De Sica. Dopo essere stato presentato con successo all’ultimo Torino Film Festival, al BIFF di Bruxelles e al BIFEST 2017, s’inaugura una lunga estate festivaliera con il Premio “Ischia Award – Newcomer of the 2017 che sarà consegnato a De Sica il 10 luglio.

Richiesto da decine di Festival , I figli della notte nei prossimi mesi sarà in concorso in numerosi Festival con cui percorrerà l’intera penisola:

FESTIVAL POGGIO MIRTETO (mercoledì 5 luglio), PIAZZE DI CINEMA - PREMIO MONTY BANKS OPERE PRIME Cesena (mercoledì 14 luglio), BIMBI BELLI al Cinema Nuovo Sacher di Nanni Moretti (Lunedì 17 luglio), ORTIGIA FILM FESTIVAL DI SIRACUSA (Martedì 18 luglio), EST EST EST FILM FESTIVAL Montefiascone (Lunedì 24 luglio), GALLIO FILM FESTIVAL (venerdì 28 luglio), MAGNA GRAECIA FILM FESTIVAL Catanzaro (lunedì 31 luglio), FESTIVAL DI BOBBIO (mercoledì 2 agosto), MANTOVA FILM FESTIVAL (24 agosto) e SPOLETO CINEMA AL CENTRO alla sala PEGASUS (fine agosto).

"I Figli della Notte", girato interamente in Alto Adige, narra la storia di Giulio (Vincenzo Crea), un 17enne di buona famiglia che si ritrova catapultato nell'incubo della solitudine e della rigida disciplina di un collegio per rampolli dell’alta società dove vengono formati i "dirigenti del futuro": internet imbavagliato, telefono concesso per mezz'ora al giorno, ma quel che è peggio violenze e minacce dai ragazzi più "anziani", nell'apparente accondiscendenza degli adulti. Giulio riesce a sopravvivere grazie all’amicizia con Edoardo (Ludovico Succio), un altro ospite del collegio. I due ragazzi diventano inseparabili e iniziano ad architettare fughe notturne dalla scuola-prigione, verso un luogo proibito nel cuore del bosco, dove conoscono la giovane prostituta Elena (Yuliia Sobol). Ma la trasgressione fa parte dell'offerta formativa, il collegio sa tutto del locale e delle uscite notturne, gli educatori, tra cui Mathias (Fabrizio Rongione), vigilano costantemente, restando nell'ombra...

24/06/2017, 09:07

Ultime notizie

News:
TOSCANA FILMMAKERS FESTIVAL 7 - "Icaro": uno sprazzo di vita

Ci sono molte cose dentro di noi che non possono essere spiegate a p...

Continua News:

ANICA - Cattleya, Groenlandia, Picomedia e Wildside a colloquio News:

News:
ANICA - Cattleya, Groenlandia, Picomedia e Wildside a coll...