Max-width 100% Max-width 100% -

GRAMIGNA - Malgrado tutto, una vita normale


La storia vera di Luigi Di Cicco, diretta da Sebastiano Rizzo, che si libera del peso di un padre boss. Con Gianluca Di Gennaro e Biagio Izzo


GRAMIGNA - Malgrado tutto, una vita normale
Teresa Saponangelo e Biagio Izzo in "Gramigna"
È una storia di camorra, o meglio di come dalla camorra si possa star fuori semplicemente volendolo. Luigi è figlio di un boss, da sempre in carcere a scontare l’ergastolo, e la sua vita è segnata da questa pesante discendenza. L’intera famiglia è coinvolta nella malavita e tra un arresto e una perquisizione, tra un’estorsione e un’offerta che è difficile rifiutare luigi si trova a dover scegliere tra una vita regolare e la strada della camorra.

Tratto dalla storia vera di Luigi Di Cicco, diventata romanzo scritto a quattro mani con Michele Cucuzza, "Gramigna" mostra la crescita di un bambino che diventa uomo, dalle visite in carcere al padre fino al matrimonio e alla scelta di vivere onestamente.

Sebastiano Rizzo migliora nella regia rispetto al film d’esordio, "Nomi e Cognomi" del 2014, riuscendo a rendere bene l’atmosfera familiare e la condizione carceraria. Il film però si ferma un po’ troppo sulle parole, sulle spiegazioni anche di quegli stati d’animo che appaiono chiari attraverso lo svolgimento della storia e che appare inutile, se non addirittura pesante, dover sottolineare con ulteriori dialoghi.

Si sente la mancanza anche di un po’ d’azione e di una storia forte che faccia da elemento trainante all’esterno della condizione personale di Luigi. La relazione d’amore è solo accennata come anche l’acquisizione di un locale notturno insieme ad alcuni amici, argomenti questi che avrebbero sicuramente fatto da interessante base sopra a cui costruire lo sviluppo dei personaggi e della sceneggiatura. I salti temporali nella narrazione e nel montaggio, confondono un po' le idee all'inizio, ma poi scorrono rendendo più gradevole lo svolgimento.

Nel complesso il film (in sala dal 23 novembre) è godibile, sulla traccia di molte recenti storie di umano contorno alla malavita organizzata, e forse osando di più sui temi descritti sopra, avrebbe potuto essere una vera sorpresa.

16/11/2017, 09:20

Stefano Amadio

Continua...

Ultime notizie

ISREAL 6 - Anteprima festival con il cortometraggio "Come ...

“Come un'oasi”, short-film di Francesco Pirisi realizzato con il con...

Continua