Max-width 100% Max-width 100% -

LA CONFESSIONE - Selezionato a CortoDino 2020


LA CONFESSIONE - Selezionato a CortoDino 2020
Volto noto della TV a cavallo tra gli anni ’80 e i ’90. Presentatrice per la televisione. Attrice per il teatro, palco attorno al quale si è sviluppata prevalentemente la sua carriera. Ma anche speaker radiofonica e curatrice di una rubrica su un noto quotidiano. Una ricca e poliedrica carriera quella di Benedicta Boccoli. Che ha deciso di dedicarsi ad una nuova sfida, presentando il cortometraggio La confessione, da lei scritto e diretto.

Parlando di questa sua nuova esperienza, la Boccoli dichiara: "Da sei anni ho una rubrica fissa su Il Fatto Quotidiano: Monologhi di una ragazza degli anni 80’e 90’. Avevo da tempo una storia nel cassetto e non mi bastava più lasciarla solo scritta su un foglio. Volevo trasformarla in un flusso di immagini che seguisse le parole che avevo scritto. La decisione è arrivata dopo aver superato una difficile malattia, che mi ha spinto a destinare il mio futuro a scelte coraggiose. L’esigenza di scrivere una sceneggiatura e di girare La confessione nasce proprio da questa nuova consapevolezza di me. Non avendo esperienze registiche, mi sono affidata ai preziosi consigli di Daniele Ciprì, che mi ha accompagnato come direttore alla fotografia. La musica doveva essere di sostegno, non invadente. Il gusto musicale di Sergio Cammariere, misurato ed elegante, si è mostrato perfetto per accompagnare la storia di Chiara".

Chiara è una ragazza sull’orlo dell’adolescenza. Saltella come un cardellino in un antico giardino. Forse è felice o forse no. Come i cardellini, non sa manifestare i suoi sentimenti. Ma lei, sicuramente, ha una storia da raccontare, ma il giardino è deserto, muto, non c’è anima viva. Ecco una casa, forse è una chiesa, c’è un uomo, forse un prete, meglio, i preti sono bravi ad ascoltare. La ragazza aspetta un bambino, ne è sicura, ma non è mai stata con un uomo in vita sua. Come è possibile? L’uomo l’ascolta, la sgrida, le dà della bugiarda e lei se ne va, ritorna nel vecchio giardino, certa del suo bambino, che sicuramente nascerà e un giorno salterà anche lui come un cardellino.

Questa la storia che Benedicta Boccoli ha scelto di raccontare nella sua prima prova da regista. Il cortometraggio La confessione, dopo aver avuto la sua anteprima assoluta durante il Filming Italy Sardegna 2020, da dove porta a casa un premio come miglior regista proprio per il suo esordio, ed aver premiato Sergio Cammariere con il Premio per la Miglior Colonna Sonora nel corso dell’ultima edizione dell’I-Fest, ottiene ora nuova selezione festivaliera, presentandosi tra i finalisti della sezione CortoDino over alla XX edizione di CortoDino Film Festival, evento cinematografico dedicato alla memoria di Dino De Laurentis. A causa dell’emergenza Covid-19, l’evento si svolgerà in modalità online, dal 23 novembre al 2 dicembre, con la possibilità di visionare La confessione registrandosi sulla piattaforma del Festival. Il percorso festivaliero del film, curato dalla casa di distribuzione Prem1ere Film, proseguirà poi, dal 10 al 15 dicembre, sempre online, al Sardiniafilmfestival. Facendo tornare la storia di Chiara e Padre Remigio in Sardegna. E continuando ad accogliere il consenso di un pubblico sempre più ampio.

20/11/2020, 11:19

Continua...

Ultime notizie

SOCIAL WORLD FILM FESTIVAL 11 - Dedicato a Mastroianni

Sarà dedicata a Marcello Mastroianni l’11esima edizione del Social W...

Continua

ShorTS 2021 - Ad Alice Rohrwacher il Premio Cinema del Pre...