Max-width 100% Max-width 100% -

DOMENICADOC - Un nuovo ciclo di documentari in streaming
presentati dalla Fondazione Pistoia Musei


DOMENICADOC - Un nuovo ciclo di documentari in streaming presentati dalla Fondazione Pistoia Musei
Dopo il successo delle precedenti edizioni, nate dalla necessità di proporre contenuti di qualità anche durante il periodo di chiusura dei musei causato dal lockdown, Fondazione Pistoia Musei torna a proporre al suo pubblico gli appuntamenti con DomenicaDOC, il programma di proiezioni in streaming gratuito che racconta il mondo dell'arte e i suoi protagonisti attraverso una ricercata e non convenzionale selezione di documentari.

Nell'attesa di poter tornare a vivere i nostri spazi espositivi, il nuovo cartellone di DomenicaDOC, a cura di Luca Barni, propone una serie di docu-film che si pongono in relazione con le mostre Aurelio Amendola. Un'antologia, recentemente inaugurata a Palazzo Buontalenti e all'Antico Palazzo dei Vescovi, e Pistoia Novecento. Sguardi sull'arte dal secondo dopoguerra, a Palazzo de' Rossi.

Sette appuntamenti, che ci accompagneranno, tute le domeniche, da fine febbraio ad aprile, per raccontare i protagonisti delle mostre in corso, i periodi storici e i contesti sociali che hanno segnato i loro percorsi artistici, svelando processi creativi e scorci di vita privata.

"Sono stati selezionati documentari molto appassionanti per tutti coloro che amano l'arte e che possono essere utili sia per chi ha già visto che per chi vedrà presto le mostre Aurelio Amendola. Un'antologia e Pistoia Novecento. Sguardi sull'arte dal secondo dopoguerra allestite nelle sedi di Fondazione Pistoia Musei. Desidero porre un accento sul film del grande Ermanno Olmi su Jannis Kounellis, che rappresenta la punta di diamante della rassegna. DomenicaDoc è un progetto molto coinvolgente che permette al pubblico la fruizione di contenuti d'eccellenza, – dichiara Luca Barni, curatore del ciclo – sarebbe stato ancora più appassionante vedere i documentari insieme, in presenza, ma in questo momento così complicato questo progetto è una grande opportunità."

La rassegna prende il via domenica 28 febbraio con LA RIVOLUZIONE SIAMO NOI (L’arte in Italia 1967/1977) di Ilaria Freccia e Ludovico Pratesi. Prodotto dall’Istituto Luce nel 2020, il film documentario è il racconto entusiastico di un decennio che ha cambiato la società e l’assetto dell’arte contemporanea. La scena culturale italiana – animata da artisti emergenti e suddivisa prevalentemente tra Torino, Roma e Napoli – si nutre di un clima vitale e dinamico, con continui e fertili scambi tra arti visive, teatro, letteratura, musica e cinema. Il momento politico e culturale determinato dal ’68 porta l’arte a uscire dalle gallerie e dai musei per entrare in contatto con la vita quotidiana, spesso con opere strettamente collegate alle istanze della politica e ai profondi cambiamenti sociali in atto. Artisti come Michelangelo Pistoletto, Mario Merz, Alighiero Boetti e Jannis Kounellissperimentano nuovi linguaggi come performance, installazioni e happening, in relazione con la scena internazionale, aperta alle sperimentazioni.

Per vedere il film documentario LA RIVOLUZIONE SIAMO NOI (L’arte in Italia 1967/1977) è sufficiente collegarsi al sito di Fondazione Pistoia Musei dalle ore 10.00 di domenica 28 febbraio.

Maggiori informazioni sono disponibili su www.fondazionepistoiamusei.it.

26/02/2021, 15:51
;

Continua...

Ultime notizie

TROPPO NAPOLETANO - Il 12 aprile in prima serata su Rai2

La commedia "Troppo Napoletano" di Gianluca Ansanelli, con Serena Ro...

Continua

CPH:DOX 2021 - Selezionati quattro documentari italiani