Max-width 100% Max-width 100% -

Note di regia di "Nostalgia"


Note di regia di
Ciò che si racconta in questo film nasce dalla cronaca ma io volevo andare altrove, verso un sentimento misterioso da cercare durante le riprese. Mi affascinava l’idea di fare un film non in una città ma in un quartiere, come se si trattasse di una scacchiera, e così in Nostalgia non appaiono strade, case o persone che non siano del Rione Sanità, un’enclave di Napoli distante dal mare. Tutto viene inghiottito dal quartiere, gli anni così distanti di cui si racconta, il Medioriente dove era finito il protagonista, i sogni, le sfide, le colpe. Ho invitato gli attori e la troupe a immergersi nel quartiere come se fosse un labirinto e a non temere di perdersi. Macchina da presa in spalla, abbiamo cominciato a percorrere le strade come se si trattasse di cinema del reale. Incontro dopo incontro, vita dopo vita, storia dopo storia, abbiamo finito per girare l’ultima scena chiedendoci quale ne era il senso, e non l’abbiamo più trovato. Forse non c’era, forse non c’è. C’è il labirinto, e c’è la nostalgia, che sono il destino di tanti, forse di tutti.

Mario Martone

Ultime notizie

News:
CINEMA AL MAXXI 9 - Dal 16 giugno a Roma

Al via giovedì 16 giugno la decima edizione di Cinema al MAXXI, la m...

Continua News:

LO SCHERMO E News:

News:
LO SCHERMO E' DONNA 25 - Dal 13 al 18 giugno a Fiano Romano

Links correlati