Max-width 100% Max-width 100% -

ICFF 11 - I vincitori


ICFF 11 - I vincitori
Annunciato dal presidente giuria e rinomato produttore, Andrea Iervolino, il film "Ennio" di Giuseppe Tornatore vince il Jury Prize dell’undicesima edizione dell’ICFF, presentato da Lavazza. Il festival si è chiuso il 16 luglio a Toronto con il “tutto esaurito” dopo 3 settimane di proiezioni ed eventi speciali nel cuore della città. La cerimonia di premiazione al Distillery District ha presentato innumerevoli ospiti, star e messaggi straordinari da parte dei vincitori di questa edizione, a cominciare da Gassmann che si è aggiudicato l’ambito premio del pubblico per "Il silenzio grande".

Per il suo esordio da regista, Claudia Gerini vince il Premio Speciale di questa edizione con il film Tapirulan di è anche l’attrice principale. A Lino Banfi è andato il Premio alla Carriera presentato al rinomato teatro del Toronto International Film Festival in apertura dell’iniziativa. L’attore siciliano è stato anche il protagonista della serata dedicata al suo ultimo film "Vecchie canaglie".

Durante la cerimonia di chiusura del festival, il comico e attore Fabio De Luigi ha ricevuto il Premio Speciale come miglior attore per la sua interpretazione in E noi come stronzi rimanemmo a guardare. Il premio come migliore attrice è invece stato assegnato a Lina Siciliano, l’attrice esordiante in Una femmina.

L’ICFF si avvale della collaborazione e del sostegno del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, attraverso l'Ambasciata d’Italia a Ottawa, il Consolato Generale d’Italia a Toronto, il Consolato Generale d’Italia a Montreal e l’Istituto italiano di Cultura di Toronto.

Durante le tre settimane di proiezioni al Distillery District di Toronto, Vaughan, Hamilton, Montreal, Halifax e sulla piattaforma online, sono stati presentati 27 film italiani e 24 titoli internazionali per il Lavazza IncluCity Festival, inclusi i documentari, più 23 cortometraggi italiani e 24 internazionali. Oltre cinquantamila persone hanno assistito alle proiezioni e incontrato le star, delle quali ventimila solo alla Distillery di Toronto, trasformata in una vera e propria Cittadella del cinema.

Per la prima volta in assoluto, l’ICFF e il Distillery Historic District, situato nel cuore culturale e artistico di Toronto, hanno collaborato per ospitare il Festival. In una joint venture, l’ICFF e il Distillery District hanno trasformato le iconiche strade acciottolate della Distillery in una Cittadella del Cinema, con diverse proiezioni all’aperto ogni giorno, dove il pubblico ha potuto godere dei film comodamente seduto su poltrone e divani. Unica nel suo genere, la Cittadella del cinema creata dall’ICFF ha offerto anche eventi culturali, artistici e gastronomici tipicamente italiani, insieme ad un’inedita mostra d'arte multiculturale, che ha messo in evidenza il lavoro e il talento di tredici straordinari artisti e muralisti.

"Come festival siamo molto orgogliosi di aver consentito alle persone di incontrarsi di nuovo e socializzare in un ambiente nuovo e stimolante come il Distillery District", ha affermato Cristiano de Florentiis, co-fondatore e direttore artistico dell’ICFF. “Quella che era nata come un'idea per aiutare il pubblico a godersi il cinema nel comfort di un ambiente all'aperto si è trasformata in uno dei più grandi eventi dell'estate, a Toronto e numerose altre città del Canada. Siamo molto orgogliosi di aver potuto accogliere così tanti straordinari talenti e ci congratuliamo con tutti i vincitori di questa fantastica edizione sotto le stelle”.

PREMIO DELLA GIURIA ICFF - ENNIO
Ennio di Giuseppe Tornatore ha entusiasmato la Giuria dell’ICFF, presieduta dal produttore Andrea Iervolino, che si è vista immersa nell'incredibile vita di Ennio Morricone. Composta da eminenti figure dello spettacolo, la giuria dell’ICFF ha assegnato al film i punteggi più alti. Una menzione d'onore è stata raccomandata per l'esordio alla regia di Francesco Costabile, Una femmina.

PREMIO DELLA GIURIA INCLUCITY - ACROSS THE RIVER AND INTO THE TREES
Il film di Paula Ortiz, un adattamento dell'omonimo romanzo di Hemingway e acclamato dalla critica, ha ricevuto il Premio della giuria per la sezione dei film internazionali. Il film, totalmente girato a Venezia, vanta un cast internazionale, composto da Liev Schreiber, Matilda De Angelis, Josh Hutcherson, Laura Morante, Sabrina Impacciatore e Massimo Popolizio. Una coproduzione tra Canada, Italia e Gran Bretagna, prodotta da Andrea Biscaro, Robert MacLean di Tribune Pictures, John Smallcombe e Ken Gord, Across the river and into the trees racconta la storia di un colonnello americano che rivive gli orrori della seconda guerra mondiale e a cui viene data la possibilità di ricominciare. Il messaggio di speranza e forza, abbinato a bellissime riprese cinematografiche di Venezia in bianco e nero, hanno reso il film perfetto per il Premio della giuria IncluCity di quest'anno.

MIGLIOR ATTORE - FABIO DE LUIGI (E NOI COME STRONZI RIMANEMMO A GUARDARE)
Fabio De Luigi di E Noi Come Stronzi… porta a casa il premio come miglior attore. L'attore noto per il suo perfetto tempismo comico non ha deluso nel suo nuovo film. Ritraendo lo sfortunato ma vigoroso Arturo, Fabio ha conquistato la Giuria che gli ha assegnato il premio per questa categoria.

PREMIO DEL PUBBLICO - IL SILENZIO GRANDE
Per tutti gli spettatori presenti per tutta la durata del festival alla Distillery, si è distinto tra gli altri Il Silenzio Grande di Alessandro Gassmann, che ha vinto il People's Choice Award dell'ICFF. Il pubblico ha apprezzato la trama intima ed emozionante del film. L'ensemble di attori, la direzione della regia e il tema generale hanno conquistato il pubblico, ottenendo centinaia di voti e rendendolo vincitore.

MIGLIOR ATTRICE - LINA SICILIANO (UNA FEMMINA)
Lina Siciliano di Una Femmina è stata scelta come migliore attrice. La star ha offerto una performance di una vita in bilico per tutto il film tra seguire le orme di sua madre o creare da sola il proprio futuro. La suspense e la passione della performance di Lina le hanno giustamente fatto assegnare il premio come migliore attrice.

MIGLIOR REGIA – FRATELLI MANETTI (DIABOLIK)
Antonio e Marco Manetti, pur restando fedeli al numero 3 della serie dei fumetti “Diabolik”, il testo originario dal quale è tratto il film, hanno realizzato un’opera originale usando un mezzo espressivo autonomo. Grazie all’accurata scelta delle ambientazioni, alla mobilità della macchina da presa e al ritmo del montaggio, DIABOLIK rappresenta un importante passo nel panorama del cinema italiano più recente.

La Giuria del l’ICFF 2022 è stata composta da: Andrea Iervolino, Presidente della giuria, produttore italo-canadese, co-fondatore di ILBE; Grace Fusillo, scrittrice canadese, produttrice e documentarista; Pat Mullen, vice-presidente del Toronto Film Critics Association (TFCA) e Gilbert Seah, Toronto Film Critics Association (TFCA)

22/07/2022, 17:11

Ultime notizie

News:
ICFF 11 - I vincitori

Annunciato dal presidente giuria e rinomato produttore, Andrea Iervo...

Continua News:

ORTIGIA FILM FESTIVAL 14 - Gran finale con Carlo Verdone News:

News:
ORTIGIA FILM FESTIVAL 14 - Gran finale con Carlo Verdone