Max-width 100% Max-width 100% -

VENEZIA 79 - Presentata la III edizione di IDS Academy Series


VENEZIA 79 - Presentata la III edizione di IDS Academy Series
È stato annunciato il 1 settembre presso l’Italian Pavilion, nell’ambito della 79. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica il programma della nuova edizione di IDS Academy Series, lo spazio di alta formazione dedicato alla serialità documentaria ideato e realizzato da Doc/it - Associazione Documentaristi Italiani e sostenuto da DGCA-MiC e Fondazione Sardegna Film Commission. Presenti Francesco Virga, Presidente di Doc/it, Nevina Satta, Direttrice della Fondazione Sardegna Film Commission, Adele Dell’Erario, Direttrice organizzativa di Italian Doc Screenings, Pinangelo Marino, Responsabile editoriale di IDS Academy Series.

Giunto alla terza edizione, IDS Academy Series è il primo progetto in Italia dedicato all’alta formazione di autori e produttori di documentari con un focus specifico sulla serialità documentaria, concepita e prodotta per gli slot di genere delle piattaforme e dei broadcaster internazionali. Questa specifica sezione di Italian Doc Screenings è stata pensata per offrire, ad autori e ai produttori italiani che intendono sviluppare la propria attività, l’occasione di conoscere gli approcci produttivi e creativi nel campo della serialità documentaria definita high end.

La III edizione di IDS Academy Series, dal 27 settembre al 2 ottobre alla Manifattura Tabacchi di Cagliari, presenta due importanti novità: il workshop Creative Concept, dedicato allo sviluppo di proposte creative per serie documentarie pensate prevalentemente per il web e le sessioni editing room, spazi professionali per l'analisi approfondita di alcuni aspetti specifici che caratterizzano la produzione di serie internazionali.

Il programma della terza edizione di IDS Academy Series, che quest’anno ospiterà circa 40 partecipanti, presenta case study su serie documentarie nazionali e internazionali, class, proiezioni, momenti di networking, workshop di sviluppo dei progetti selezionati. La call è stata aperta il 10 luglio 2022 e chiusa il 20 agosto registrando un'ottima partecipazione.
Il 23 settembre a La Maddalena verrà annunciato il vincitore del Premio Solinas, tra cui anche premio IDS Industry che parteciperà al workshop Creative Concept di IDS Academy Series.

Nove i progetti che verranno sviluppati nei due workshop proposti da altrettante società indipendenti italiane. La selezione è stata curata da Fabio Mancini (Commissioning Editor - Rai Documentari), Lucio Mollica (Produttore - LOOKSfilm) e Markus Nikel (Advisor IDS). La cura editoriale di IDS Academy Series è di Pinangelo Marino, la direzione organizzativa di Adele Dell’Erario.

Per il Workshop - HIGH END:

Citizen Bilancia di Diego Scarponi (gargagnànfilm). Chi era Donato Bilancia? La serie cerca di dare una risposta a questa domanda, senza inseguire modalità sensazionalistiche, ma con la forza del montaggio e della concatenazione di elementi narrativi in grado di restituire la complessità e le numerose sfaccettature di un personaggio inafferrabile come Donato Bilancia, inserendo elementi inediti rispetto a quanto rivelato da indagini e processi.

Chiavi d'Oro di Giacomo Arrigoni (Kublai film). Concierge dell’associazione mondiale Clefs d’Or conducono lo spettatore in un viaggio attraverso le più iconiche e spettacolari residenze storiche italiane adibite ad albergo, raccontandone la vita attraverso le opere artistiche che le contraddistinguono e gli episodi più celebri che hanno preso vita all’interno dei loro ambienti eccezionali. Dai loro racconti emerge un affresco dove protagonista non è solo l’arte che impreziosisce i più grandi alberghi di lusso italiani, ma anche la Storia che tra quelle stanze si è concretizzata in momenti indimenticabili.

Motor valley. Dove i motori sono una religione di Francesco Merini (Bottega Finzioni). Le fabbriche di Ferrari, Lamborghini, Maserati e Ducati sono tutte situate a pochi chilometri di distanza l’una dall’altra. Formano la spina dorsale della cosiddetta Motor Valley, nella pianura a sud del fiume Po. In quest’area è possibile trovare un’incredibile concentrazione di eccellenze nella costruzione di motori, di telai per auto e moto, di freni, e qualunque cosa abbia a che fare con la velocità. Espressione della passione che rasenta la mistica religiosa, specie quando si tratta di trovare soluzioni ingegneristiche, inventare materiali e creare parti uniche dei motori, richieste in tutto il mondo. Che cosa ha reso questa regione italiana la Silicon Valley dei motori? Ma è ovvio: le persone. La serie racconta alcune storie di queste persone.

No Body - Senza Traccia di Luca Bedini (Taiga). Nella maggioranza dei delitti o nella maggior parte dei romanzi gialli, film e serie tv crime, le indagini partono sempre da due cose: la scena del delitto e il corpo della vittima. Ma quando queste due cose non ci sono? No Body - Senza traccia è una serie che racconta quattro storie di omicidi accomunati tutti da questa condizione. Nessuna autopsia, nessuna arma del delitto e in alcuni casi nemmeno la scena del crimine e l'insinuazione sempre presente dell'allontanamento volontario della vittima.

Ballroom - Art & Freedom di Francesca Cimolai (Bloom Media House). Gli anni ’80 a New York sono il periodo delle prime rivendicazioni dei diritti omosessuali nati dalle drag queen e dalla popolazione LGBTQ. È in questo contesto che nasce un mondo clandestino, un ultimo rifugio dove poter essere liberi di esprimere sé stessi: la Ballroom Scene. Una comunità creata da persone emarginate dalla società e dalle proprie famiglie e per questo in cerca di altre che le accolgano. Un contesto quello americano che col tempo è arrivato ufficialmente anche nella cultura LGBTQIA+ contemporanea di diverse città europee. Ballroom – Art&Freedom racconta la realtà della Ballroom Scene italiana ed europea.

Per il workshop - CREATIVE CONCEPT:

(Un)lucky di Velia Lalli (8 road film e ART Show). È possibile parlare di una malattia che non riusciamo nemmeno a nominare? Il cancro è ancora oggi un grande tabù, a meno che tu non sia una Stand up comedian di successo e, grazie al tuo naturale talento, trasformi ogni situazione in un racconto comico, diretto e spiazzante che mette in discussione le convenzioni sociali e a nudo la fragilità dell’essere umano travolto da una dolorosa esperienza. Velia Lalli, avvalendosi del linguaggio della Stand up comedy, ci conduce dentro la sua vita per mostrarci le implicazioni, difficilida gestire, che il tumore al seno comporta per una donna. Dal suo racconto in prima persona emerge la consapevolezza che, quando non si trovano risposte, il senso dell’umorismo potrebbe essere “la risposta”.

Musica di Malavita di Pietro Mereu (Velvet cut). Chi sono i protagonisti della musica di malavita di oggi? Musica di Malavita è un viaggio che ha come filo conduttore il racconto dell’odierna celebrazione del mondo criminale attraverso le storie di chi questa musica (rap e trap) la produce e la vive sulla propria pelle. Milano, Roma, Napoli le tappe principali della storia. Perché il racconto del lato oscuro, in fondo, parla di una parte di ognuno di noi.

Note in viaggio di Anna di Toma (Agherose). Se c'è qualcosa che accomuna ciascuna regione italiana è la presenza di interpreti di musica popolare. I principali esponenti di questo genere godono di un enorme successo e spesso vengono considerati come delle vere e proprie rockstar. Attraverso le storie di 20 interpreti di musica popolare, uno per regione, il documentario racconta uno spaccato culturale dell'Italia che gode tuttora di un enorme successo. Le biografie di questi protagonisti diventano un modo per raccontare un mondo ancora poco rappresentato della cultura musicale italiana, ma capace di raccogliere attorno a sé un pubblico variegato e talvolta inaspettato.

Selezionati senza progetto sono: Piergiuseppe Quarto, Anna De Manincor, Lara Agnoletti Gelsomina Prositto, Andrea Maria Vittoria Belotti, Andrea Serafini, Francesco Cavalli, Anna Pollio.

In chiusura all’evento è stato annunciata per il 10 settembre la pubblicazione della call per la prossima edizione di IDS Academy che si terrà a Torino a novembre. Ad arricchire il programma di IDS la collaborazione con Aiace Torino e festival Sottodiciotto, che per il secondo anno propone panel e approfondimenti dedicati alla produzione internazionale di contenuti audiovisivi per il pubblico kids e teen. Sempre per il 10 settembre è prevista anche la pubblicazione del bando per l'assegnazione del Doc/it Professional Award, importante premio riconosciuto dal Ministero della Cultura per l’assegnazione dei contributi automatici e che si concentrerà sulla parte produttiva della filiera documentaria. Verranno assegnati tre premi per l’innovazione, le pratiche green e l’inclusione di genere. Entrambe le call saranno pubblicate sul sito italiandocscreenings.net.

04/09/2022, 16:54