Max-width 100% Max-width 100% -

TORINO FILM FESTIVAL 40 - La Lunga Corsa


In Selezione Ufficiale - Concorso, il nuovo film di Andrea Magnani narra la storia di Giacinto, nato e cresciuto in carcere. Con Adriano Tardiolo, Giovanni Calcagno, Barbora Bobulova, Nina Naboka.


TORINO FILM FESTIVAL 40 - La Lunga Corsa
Adriano Tardiolo in "La Lunga Corsa" di Andrea Magnani
Un non luogo, un non dialetto, un mondo di fantasia e un la vita di un personaggio, Giacinto (Adriano Tardiolo), un fiore s ma anche un qualcosa che tende a rimanere in un recinto. Ed lui il centro del film di Andrea Magnani, lui che nasce cresce e sceglie poi di rimanere in un carcere.

Madre e padre detenuti, tra fighe e distrazioni, lasciano Giacinto a se stesso e alle cure di Jack (Giovanni Calcagno), burbero capo dei secondini. Insomma in un'atmosfera che ricorda Il Pianista sull'oceano, ma senza alcun talento particolare, il ragazzo cresce tra le sbarre e dunque, anche quando il momento di andar via fa di tutto per rimanere nel suo microcosmo.

"La Lunga Strada", uno di quei film che vanno sul sicuro, con la sceneggiatura che somiglia a "questo", il cast che ricorda "quello", la regia che pesca di qua e di l, tra Anderson e Jarmush, con le geometrie delle inquadrature, dai capelli alla strada, che fanno compitino ma non riescono a dare forza all'immagine, pensiamo a Sorrentino.

Il film di Magnani poteva essere una sorpresa se l'autore avesse spinto sul gas, nel grottesco come nell'ironia, andando a fondo nei rapporti tra personaggi, non lasciando tutto leggero, in sospeso come in una classica, cinematografica, italica favola moderna.

29/11/2022, 09:00

Silvia Amadio

Ultime notizie

News:
OMAGGIO A NINO ROTA - Il 18 marzo al Nuovo Cinema Iris di ...

A rendere memorabili i pi bei film di Federico Fellini ha sicuramen...

Continua News: