Cinema La Compagnia di Firenze e su Yutube' /> Cinema La Compagnia di Firenze e su Yutube' /> Cinema La Compagnia di Firenze e su Yutube' /> Cinema La Compagnia di Firenze e su Yutube'> Cinema La Compagnia di Firenze e su Yutube'>
Max-width 100% Max-width 100% -

LA BRACE SOTTO LA CENERE - L'11 febrraio al
Cinema La Compagnia di Firenze e su Yutube


LA BRACE SOTTO LA CENERE - L'11 febrraio al Cinema La Compagnia di Firenze e su Yutube
Per il fiorentino Francesco Grifoni è un momento molto positivo per la sua carriera di attore: dopo averlo visto sugli schermi in questi giorni su SKY nella decima stagione di “I delitti del Barlume”, nella puntata “E allora zumba!” dove interpreta il poliziotto Repetto, un personaggio con scheletri nell'armadio e molti lati non del tutto chiari, ora lo ritroviamo coprotagonista del film “La brace sotto la cenere”. Qui interpreta Frate Manetto, una figura chiave per l’opera straordinaria di diffusione e propaganda dell’Ordine dei Servi di Maria intrapresa dal Santo nel corso della sua vita.

Sabato 11 febbraio 2023 alle ore 18:30 presso il cinema La Compagnia, in via Cavour a Firenze, sarà presentato “La Brace sotto la cenere” che racconta la vita di San Filippo Benizi, Servo di Maria, entrato nell’Ordine Mariano nel 1254 e morto il 22 agosto 1285. Il 12 aprile 1671 fu canonizzato da Clemente X.
La straordinaria vita del santo fiorentino è diventata un film scritto e diretto da Lorenzo Bojola, in collaborazione con la Curia Generalizia dell’OSM.
Per una maggiore aderenza alla vera storia del santo, la scelta dell’autore, condivisa con il direttore dell’archivio storico dell’Ordine e col Priore Generale, fra Gottfried M. Wolff, è stata quella di basarsi sulla “Legenda de Origine Ordinis” e sulla “Legenda del beato Philippo” scritte da Pietro da Todi all’inizio del 1300, che rappresenta il testo più antico a noi pervenuto sulla storia della vita di San Filippo Benizi. La maggior parte delle riprese è stata girata nei luoghi che hanno visto l’inizio della missione spirituale di Filippo, figlio di un ricco mercante e di una Frescobaldi, e in modo particolare al santuario di Montesenario, dove la troupe è stata accolta dal priore, fra Ferdinando Perri, e dalla sua comunità.
Si tratta del primo film promosso da un ordine religioso e riscopre il carisma e la missione di un santo fiorentino da tempo dimenticato, ma la cui memoria è rafforzata da tanti elementi che riconducono a lui. dalla statua sul colonnato del Bernini in Piazza San Pietro a quella sul ponte Carlo a Praga, ai vari toponimi a lui dedicati, come le famose terme di San Filippo in Toscana, sul monte Amiata. Alla realizzazione del film hanno partecipato anche alcuni monaci vallombrosani, ospitando la troupe e mettendo a disposizione alcune location presso la bellissima Badia a Passignano, nel Chianti fiorentino.
L’obiettivo è dunque quello di trasmettere una memoria importante per la storia di Firenze e per i devoti di tutte le comunità OSM nel mondo. In ragione di questo, il film sarà pubblicato on line su un canale YouTube nelle varie versioni sottotitolate, a partire dal prossimo 11 febbraio.

La pubblicazione sulla piattaforma digitale, accessibile a tutti con la visione gratuita del film, potrà favorire la diffusione della memoria su San Filippo, che non rappresenta solo una vicenda a vocazione spirituale, ma anche di identità culturale per tutti noi.

08/02/2023, 17:50

Ultime notizie

News:
LA MEMORIA DEL MONDO - A Torino una mostra

Il film “La memoria del mondo” di Mirko Locatelli, scritto con Giudi...

Continua News:

ER GOL DE TURONE ERA BONO - Su Rai 1 domenica 26 marzo News:

News:
ER GOL DE TURONE ERA BONO - Su Rai 1 domenica 26 marzo