Max-width 100% Max-width 100% -

Pier Paolo Pasolini


05/03/1920 - 02/11/1975
Bologna, Italia

Pier Paolo Pasolini


Filmografia dal 2000:
2022 » doc Il Giovane Corsaro. Pasolini a Bologna: partecipazione
2022 » doc Il Sogno di una Cosa: partecipazione
2022 » doc Pier Paolo Pasolini - Una Visione Nuova: partecipazione
2021 » doc Il Quadro e la Carrellata: Pasolini / Bertolucci: partecipazione
2020 » doc Glauber, Claro: partecipazione
2020 » doc Pasolini Poesia e Sangue: partecipazione
2020 » doc Pier Paolo Pasolini a Casarsa della Delizia: partecipazione
2019 » doc L'Ultima Partita di Pasolini: partecipazione
2019 » doc Once Upon a Time: Tonino Delli Colli Cinematographer: partecipazione
2015 » doc Pasolini e L'Etna: partecipazione
2015 » doc Pasolini Maestro Corsaro: partecipazione
2015 » doc Pasolini. Il Corpo e la Voce: partecipazione
2015 » doc Pier Paolo Pasolini - Il Santo Infame: partecipazione
2014 » doc Felice Chi è Diverso: partecipazione
2013 » doc Die Akte Pasolini: partecipazione
2013 » doc Lino Micciché, Mio Padre. Una Visione del Mondo: partecipazione
2013 » doc Un Intellettuale in Borgata: partecipazione
2013 » doc Visioni dalla Terra di Confine: Testi
2011 » Amore Carne: Testi
2009 » doc La Notte quando è Morto Pasolini: partecipazione
2009 » doc Viziati 3 - E la TV Creò il Mondo: partecipazione (Ottava Puntata "Presto Presto")
2008 » doc Abbiamo Raccolto le Pietre: partecipazione (Voce)
2008 » doc Profondo Nero: partecipazione
2006 » doc Pasolini Prossimo Nostro: partecipazione (Voce Narrante)
2005 » doc Come si fa a Non Amare Pasolini. Appunti per un Romanzo sull’Immondezza: partecipazione
2005 » doc La Fine di Salò: partecipazione
2005 » doc La Voce di Pasolini: partecipazione, Testi
2005 » doc Salò, l'Ultimo Film di Pier Paolo Pasolini: partecipazione
2001 » doc Pier Paolo Pasolini e La Ragione di un Sogno: partecipazione
2000 » doc Nel Paese di Temporali e di Primule: partecipazione

Biografia:
Nel 1955 Pier Paolo Pasolini pubblica “Ragazzi di vita”, romanzo sulla vita dei ragazzi delle borgate romane, con cui è entrato in contatto dal suo arrivo nella capitale. Il libro ottiene un grande successo di pubblico, ma viene accusato di oscenità, a causa del tema della prostituzione maschile. Pasolini subisce, quindi, un processo per pornografia da cui verrà assolto, grazie anche alle testimonianze di intellettuali dell’epoca, come Giuseppe Ungaretti. Nel 1957 esce la raccolta di poemetti “Le ceneri di Gramsci”, duramente criticato da intellettuali vicini al partito comunista, ad eccezione di Italo Calvino. Nel 1959 Pasolini conclude “Una vita violenta”, un romanzo ancora una volta incentrato sui ragazzi delle borgate, con risvolti politici - il protagonista della storia si considera inizialmente fascista, in seguito si avvicina ai democristiani e infine al PCI. Negli Anni ‘60 Pasolini passa al cinema: il suo esordio alla regia è il film “Accattone” (1961), trasposizione dei temi letterari di “Ragazzi di vita e Una vita violenta”. Altri film di questi anni da ricordare, di cui firma sempre la sceneggiatura, sono “Mamma Roma” (1962), “Il vangelo secondo Matteo” (1964), “Uccellacci e uccellini” (1965), “Edipo re” (1967), “Teorema” (1968) e “Medea” (1969). Nei primi Anni ‘70 Pasolini si dedica al progetto cinematografico, chiamato “trittico della vita”, che comprende tre film: “Il Decameron” (1971), tratto dalle novelle di Boccaccio, “I racconti di Canterbury” (1972), tratti dall’opera di Chaucer, e, infine, “Il fiore delle Mille e una notte” (1974). A partire dal 1973 Pasolini incomincia a collaborare con il “Corriere della Sera”, con articoli di argomento politico e di costume, che verranno poi raccolti nel 1975 in “Scritti corsari” e nel postumo “Lettere luterane” (1976). Nel 1975 realizza quello che sarà il suo ultimo e più discusso film, “Salò o le 120 giornate di Sodoma”.
Ispirato dall’opera del marchese de Sade, Pasolini ambienta le vicende del film nella Repubblica di Salò, dove quattro alti membri del partito rapiscono un gruppo di ragazzi e ragazze per soddisfare le loro perversioni sessuali. Nel novembre dello stesso anno (in un delitto che ancora ha molti lati oscuri...) Pier Paolo Pasolini viene ucciso all’Idroscalo di Ostia, vicino a Roma. Lo scrittore e regista venne percosso e travolto dalla sua stessa auto da Pino Pelosi, “ragazzo di vita”, che Pasolini aveva caricato in macchina. Nel 1992 esce postumo “Petrolio”, romanzo ideato nel 1972 e a cui Pasolini stava ancora lavorando nel ‘75. 
(ultima modifica: 04/06/2022)

News Pier Paolo Pasolini

Leggi tutte le notizie

SSBWaWFnZ2kgRGkgUm9ieQ==