Max-width 100% Max-width 100% -

Sovraimpressioni (2015), di Alessandro Bernard

Cast


Supervisione Artistica:
Daniele Segre
Regia: Alessandro Bernard
Anno di produzione: ancora in produzione
Durata: n.d.
Tipologia: documentario
Paese: Italia
Produzione: I Cammelli
Distributore: n.d.
Data di uscita:
Titolo originale: Sovraimpressioni

Sinossi: La Sindone fu fotografata per la prima volta nel 1898. In quell’istante si scoprì che l’immagine di quell’uomo composto nel suo sudario era in realtà un "negativo" come un’immagine impressa su di una lastra fotografica. Che sia il vero corpo trasfigurato del Cristo o un falso medioevale poco importa perché, da 2015 anni, su quella lastra continuano a imprimersi e sovra imprimersi altre immagini. Sono i volti di milioni di donne e di uomini che ad ogni ostensione gli sfilano silenziosamente davanti proiettando su di essa tutte le loro speranze, superstizioni, fanatismi, credenze (o credulità) oppure il loro scherno e scetticismo. Dietro a ciascuno di quei volti, come dietro al volto dell'uomo della sindone, si nascondono storie. A volte sono vere, a volte leggende, altre ancora addirittura grandi controversie scientifiche ma tutte hanno contribuito a generare quello che a poco a poco è diventato un vero e proprio fenomeno di “religiosità collettiva” che prevede la migrazione di genti da tutto il mondo e un imponente arsenale di iconografia trash, gadget, raduni, tendopoli e profezie di ogni sorta. Solo nelle ultime ostensioni avvenute tra il 1978 e il 2013 si sono riversati a Torino 5 milioni di persone. Nel 2015 ne sono attese oltre tre milioni. “Sovraimpressioni”, non sarà il solito affresco di storie personali dietro ad un evento ma una fotografia ad esposizioni multiple delle realtà e delle persone che lo vivono.
Guarderemo alla sindone come se fosse un fotogramma in continuo sviluppo: Le zone colpite maggiormente dalla luce si alterneranno a quelle più in ombra, latenti sullo sfondo. Gli aspetti più spettacolari, mediatici e commerciali come le storie intime e personali di fede o fanatismo si imprimeranno, “manifestandosi” attraverso l'occhio di un gruppo di giovani autori pronti a coglierli. L'immagine della sindone è poco visibile a occhio nudo e può essere percepita solo a una certa distanza, quella che cercheremo di individuare. Come spesso accade, avvvicinandosi o allantonandosi troppo potrebbe scomparire.

Ambientazione: Torino

SSBWaWFnZ2kgRGkgUm9ieQ==