Max-width 100% Max-width 100% -

Tutte le Anime del Mio Corpo (2016), di Erika Rossi
locandina di "Tutte le Anime del Mio Corpo"
Regia: Erika Rossi
Anno di produzione: 2016
Durata: 52'
Tipologia: documentario
Genere: biografico/sociale
Paese: Italia/Slovenia
Produzione: Quasar Multimedia, Casablanca Film Production, RTV Slovenija; in collaborazione con Women of the Resistance European Project
Distributore: n.d.
Data di uscita:
Formato di proiezione: DCP, colore
Titolo originale: Tutte le Anime del Mio Corpo
Altri titoli: Every Soul Of My Body - Women on the Border - Donne al Confine - La Figlia di una Madre

Recensioni di :
- TUTTE LE ANIME DEL MIO CORPO - Conoscere una madre
- SGUARDI ALTROVE 2016 - "Tutte le anime del mio corpo"

Sinossi: “Tutte le Anime del Mio Corpo” è un viaggio nella storia personale di una famiglia, del rapporto intimo tra una mamma e una figlia, ma è anche un viaggio nella storia dell’Italia che seppe resistere e dei rapporti con la Jugoslavia.
Il documentario narra la storia di Maria Antonietta Moro, giovane partigiana che nel Friuli degli anni 1943-1945 partecipò prima alle attività dei gruppi antifascisti jugoslavi nel goriziano e poi a quelle italiane. Una storia nascosta, che neanche la figlia conosceva fino alla scoperta, dopo la morte della madre avvenuta nel 2009, di un diario che narrava nel dettaglio ogni istante di quel periodo.

Sito Web: http://www.quasarmultimedia.it/quasarweb/index....

"Tutte le Anime del Mio Corpo" è stato sostenuto da:
Slovenian Film Fund
Associazione Culturale La Giordola
Eurodoc
Archidoc
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia
Friuli Venezia Giulia Film Commission
Fondo per l'Audivisivo del Friuli Venezia Giulia: 14.000,00 euro e 24.000,00 euro (Finanziato per lo Sviluppo - Bando 2013 e Finanziato per la Distribuzione - Primo Bando 2015)


Libro sul film "Tutte le Anime del Mio Corpo":
"Tutte le Anime del Mio Corpo"
di Maria Antonietta Moro, 128 pp, Iacobelli Editore, collana Frammenti di Memoria, 2014
Friuli 1943-1945: una giovane donna, Maria Antonietta Moro, entra nella Resistenza e partecipa prima alle attività dei gruppi antifascisti jugoslavi nel goriziano e poi a quelle italiane. Durante i lunghi mesi prima della fine della guerra, costretta a nascondersi, scrive un diario di cui nessuno finora conosceva l’esistenza. Il documento è stato ritrovato dalla figlia, Lorena Fornasir, solo dopo la morte della madre nel 2009. Accompagnano il diario alcune lettere scambiate dall’autrice con il comandante partigiano Ardito Fornasir, “Ario”, medaglia d’argento della Resistenza, che dopo la fine della guerra diverrà suo marito. Sono lettere in cui motivi personali, politici e militari si intrecciano in una sintesi efficace. Nel volume, i contributi della storica Anna Di Gianantonio e della poeta e letterata Gabriella Musetti, consentono un inquadramento storico e letterario.
prezzo di copertina: 12,00


SSBWaWFnZ2kgRGkgUm9ieQ==