Desktop CinemaItaliano.info - Tutto il nuovo cinema italiano lo trovi qui
Max-width 100% Max-width 100% -

XXL - Vite Extralarge (2009), di Tania Pedroni

Cast


Soggetto:
Tania Pedroni
Giusi Santoro

Sceneggiatura:
Tania Pedroni
Giusi Santoro

Musiche:
Marco Biscarini
Daniele Furlati

Montaggio:
Giusi Santoro
Daniele Bonazza
Luca Rosingana

Fotografia:
Andrea Dalpian

Suono:
Riccardo Nanni

Produttore:
Giusi Santoro

Direttore di Produzione:
Giusi Santoro

Direttore di Produzione:
Paolo Pallavidino

Assistente di Produzione:
Giulia Casagrande

Organizzatore Generale:
Valeria Caggese

Produzione Esecutiva:
Valeria Caggese
Regia: Tania Pedroni
Anno di produzione: 2009
Durata: 52' - 62'
Tipologia: documentario
Genere: sociale
Paese: Italia
Produzione: POPCult
Distributore: n.d.
Data di uscita:
Formato di ripresa: HD
Formato di proiezione: HD, colore
Titolo originale: XXL - Vite Extralarge
Altri titoli: XXL Extralarge Lives

Sinossi: Tutti belli, magri, in forma. Sembra che nel mondo in cui viviamo non si possa che apparire cos. Ma chi di noi non si trovato a lottare con qualche chilo in pi e con un corpo che non ci piace? Quella di mettersi a dieta una fatica che tutti conosciamo. Ma per qualcuno questa una sfida pi difficile, quasi impossibile. C' qualcuno infatti che davvero lontano dal modello estetico imperante, che non ha solo qualche chilo in pi, ma davvero grasso, anzi grassissimo. Ma com' una vita extralarge in un mondo che ti vuole super magro e super in forma? C' un ospedale dove tutto di taglia grande: letti, apparecchiature e soprattutto i pazienti. Hanno patologie diverse, ma una cosa in comune: sono affetti da unobesit grave o gravissima. In questo luogo fuori dal mondo passeranno 5 settimane; qui verranno sottoposti a cure fisiche e psicologiche, affronteranno paure e desideri di fuga e soprattutto dovranno imparare a riprendere in mano le loro vite, cambiando se stessi e il loro destino.

Ambientazione: Istituto Ccientifico San Giuseppe di Piancavallo (Verbania)

"XXL - Vite Extralarge" è stato sostenuto da:
Piemonte Doc Film Fund


SSBWaWFnZ2kgRGkgUm9ieQ==


Links correlati