Max-width 100% Max-width 100% -

Al via Dispersival: il festival dei film che non ci fanno vedere


Al via Dispersival: il festival dei film che non ci fanno vedere
Ogni anno, nel mondo, vengono prodotti circa 25.000 film. Di questi, meno di 500 vengono distribuiti in Italia. Perché? Con questa curiosità, da oltre tre anni Hideout ha iniziato un lavoro di ricerca e analisi del cinema che non c'è, a partire dalle sue pagine online fino al libro di fresca pubblicazione “Dispersi. Guida ai film che non vi fanno vedere” (edizione Falsopiano). Inoltre, insieme all’associazione La Scheggia e a ItaSA (la community italiana dei sottotitolatori), dal settembre 2008 a oggi, Hideout ha realizzato a Milano quattro rassegne di fiction e tre di documentari. Un successo oltre ogni aspettativa che ha realizzato il tutto esaurito a ogni appuntamento, avvicinando un pubblico variegato per età e interessi e ottenendo un’ottima copertura mediatica.

Da questa esperienza nasce l’idea di realizzare un happening chiamato DISPERSIVAL, un evento della durata di cinque giorni per riflettere sul tema della distribuzione in Italia. Film stranieri, italiani, di genere e cartoni animati che non hanno trovato spazio nelle sale, incontreranno il pubblico e gli addetti ai lavori. Non mancheranno poi dibattiti, incontri, sondaggi e aperitivi per condividere una nuova esperienza cinematografica e comprendere meglio le nuove forme della distribuzione cinematografica.

Mercoledì 9 febbraio alle 18.30 Dispersival sarà inaugurato dalla tavola rotonda sulle nuove forme di distribuzione CHI VUOLE TROVARE I DISPERSI?. Tra i relatori: registi, esercenti, addetti ai lavori e critici cinematografici. A seguire, la proiezione di "Youth in Revolt", inedita commedia grottesca con il principe dei dispersi Micheal Cera.

Il giovedì sarà dedicato ai film italiani con "Sleepless" di Maddalena De Panfilis, dal cast stellare e mai distribuito, e la sorpresa delle scorse Giornate degli Autori alla Mostra di Venezia "Et in terra pax". Ci sarà anche un incontro sulla serialità, per scoprime con Eric Alexander come
realizzare e proporre un progetto di serie tv.

Il venerdì proporrà ben quattro documentari: "Era la città del cinema" dedicato a Milano e alle sue sale chiuse; "Con le ruote per terra", fresco vincitore del Festival Sport, Movie & Tv; Best Worst Movie, dedicato all’italiano "Troll 2", un cult negli Usa eppure considerato il peggior film della Storia del cinema; e "Arimo!" delicato ritratto d’infanzia sul concetto di giustizia e distribuito grazie al sistema della produzione dal basso.

Il sabato sarà la festa dei dispersi ritrovati, in collaborazione con Officine Ubu. Due gioielli mai usciti in sala e recuperati in dvd proprio da Officine Ubu: "Wristcutters – Una storia d’amore" insolito road movie interpretato, tra gli altri, da Tom Waits e "Dead men’s shoes – Cinque giorni
di vendetta
" del regista inglese di culto Shane Meadows. Nel foyer sarà presente una rivendita di dvd dal catalogo di Officine Ubu.

La domenica inizierà con una proiezione dedicata ai bambini: "Sita sings the blues", cartoon distribuito in creative commons e quindi liberamente scaricabile dal web. A seguire, in collaborazione con Bloodbuster (tutto il cinema dalla B alla Zeta), sarà il cinema di genere a farla da padrone: prima con "My name is Bruce", commedia horror di e con Bruce Campbell, e poi con il sorprendente (e terrificante) italiano "Monkey Boy". Nel foyer sarà presente una rivendita di libri, film, colonne sonore e libri a cura di Bloodbuster.

31/01/2011, 16:43

Continua...

Ultime notizie

DIVERSITY MEDIA AWARDS 2021 - Annunciate le nomination

Tra gennaio e dicembre 2020, la pandemia ha monopolizzato l’agenda d...

Continua

SARANNO FAMOSI? - La commedia di ballo su Amazon Prime Video