Max-width 100% Max-width 100% -

FARE CRITICA - Annunciato il programma


FARE CRITICA - Annunciato il programma
Fare Critica
Si è svolta presso la libreria Tavella di Lamezia Terme, la conferenza stampa di Fare Critica – il Festival interamente dedicato alla critica teatrale e cinematografica che si terrà a Lamezia Terme dal 19 al 23 febbraio 2019 presso il Chiostro di San Domenico – alla presenza del direttore artistico Gianlorenzo Franzì (critico cinematografico e direttore artistico del Lamezia Film Fest), il direttore organizzativo e consulente teatrale Valentina Arichetta e la giornalista Maria Scaramuzzino.
"Si tratta di un festival innovativo incentrato sulla critica cinematografica e teatrale, che intende rivalutare il ruolo del critico, spesso e volentieri mal giudicato, riscoprendo la sua attività tout court. La critica è, nei fatti, un modo di illuminare le opere, rischiarando aspetti che non sono immediatamente visibili allo spettatore" - ha esordito Gianlorenzo Franzì.

La kermesse vedrà l’alternarsi di numerosi ospiti tra artisti e critici, proiezioni e messa in scena di spettacoli teatrali. "L’obiettivo" – ha continuato il direttore artistico – "sarà parlare dell’arte in ogni sua forma, con l’augurio di ampliare ulteriormente il campo di indagine. Al centro di tutto, naturalmente, ci sarà una rivalutazione della critica, vero e proprio trait d’union tra opera e pubblico, anche nell’era imperante dei social network. D’altronde, come diceva il grande François Truffaut, ‘Ognuno fa almeno due mestieri: il proprio e quello di critico'…".

I primi tre giorni saranno dedicati al teatro, in cui «sono stati inseriti in programma una trilogia di opere che hanno la missione di scavare l’umano: Dux in scatola di Daniele Timpano porterà lo spettatore a diventare il critico più duro; Formiche di Saverio Tavano è un intenso lavoro sulle fobie più profonde; Due passi sono del duo Carullo-Minasi porterà a compimento una vera fusione tra Calabria e Sicilia», ha spiegato Valentina Arichetta.

Gli ultimi due giorni, invece, riguarderanno la Settima Arte, con proiezioni di film in anteprima regionale come: "Funeralopolis" di Alessandro Redaelli (2018); "Rabbia Furiosa" di Sergio Stivaletti (2018); "Sex Cowboys" di Adriano Giotti (2016).
A chiudere la manifestazione: una lezione di Cinegustologia a cura del critico Marco Lombardi e un live acustico dell’artista Rowan Coupland, per la prima volta in Calabria (in collaborazione con Spaghetti Sunday).
A impreziosire il tutto, durante i giorni del festival, sarà allestita la mostra fotografica di Tommaso Attanasio presso il Chiostro San Domenico.

Tra i critici che interverranno e incontreranno il pubblico: Paola Abenavoli, critica teatrale per Il Sole 24 Ore e Hystrio; Roberto De Gaetano, docente universitario all’ Università della Calabria, critico e studioso di cinema e teatro e direttore della rivista scientifica Fata Morgana; Graziano Graziani, critico teatrale per Quaderni del Teatro di Roma e Teatramo, conduce il programma radionico Fahrenheit di Radio 3; Enrico Magrelli, critico cinematografico, autore e conduttore di Hollywood Party su Radio 3, è stato anche Conservatore della Cineteca Nazionale; Cristiana Paternò, critica cinematografica, vicedirettrice del bimestrale di cinema 8 ½ e del quotidiano online Cinecittà News (editi da Luce Cinecittà); Anton Giulio Mancino, docente di Cinema all’Università di Macerata e critico cinematografico per diverse testate, tra cui La Gazzetta del Mezzogiorno, Film TV, Bianco e Nero, Quaderni del CSCI e Cinecritica; Gianluca Pisacane, critico cinematografico per La Rivista del Cinematografo; Marco Lombardi, critico cinematografico e ideatore della Cinegustologia, insegna in diverse università italiane e collabora con Il Messaggero e Il Gambero Rosso.

Tra gli artisti teatrali che incontreranno il pubblico: Daniele Timpano: drammaturgo, attore e regista teatrale che dal 2008 ha sancito un proficuo sodalizio artistico con Elvira Frosini, dando vita alla compagnia teatrale Frosini-Timpano (conosciuta soprattutto per i loro spettacoli dissacranti); Piergiuseppe di Tanno, uno dei più interessanti attori del panorama teatrale contemporaneo; l’attore e regista teatrale e cinematografico Mario Mattia Giorgetti; Saverio Tavano, drammaturgo, regista, pedagogo e direttore artistico del Festival Innesti Contemporanei e di Nastro di Mobius; Antonello Antonante e Dora Ricca del Teatro dell’Acquario di Cosenza; Carullo-Minasi, il duo composto da Giuseppe Carullo e Cristiana Minasi che costituisce una delle compagnie teatrali più eclettiche del teatro contemporaneo.
Invece, tra gli artisti del mondo cinematografico: Daniele Luchetti, autore tra i più raffinati e autobiografici del cinema italiano; Sabrina Impacciatore, poliedrica attrice cinematografica, teatrale e televisiva; Giovanni Veronesi, il regista che ha da poco firmato la sua ultima fatica Moschettieri del re – La penultima missione (2018); Sergio Stivaletti, il più grande effettista italiano e regista di Rabbia Furiosa - Er Canaro (2018); Alessandro Redaelli, regista, montatore e sceneggiatore italiano; il regista Adriano Giotti.

Fare Critica rientra fra le proposte finanziate dalla Regione Calabria nell’Avviso Pubblico per “la selezione e il finanziamento di interventi per la valorizzazione del sistema dei beni culturali – Annualità 2018”.

10/02/2019, 09:45

Ultime notizie

News:
BIF&ST 2023 - Lidia Vitale vince il Premio Alida Valli

Va a Lidia Vitale il Premio Alida Valli come “Miglior attrice non pr...

Continua News:

NASTRI D News:

News:
NASTRI D'ARGENTO 2023 - "Sergio Leone" Nastro dell'Anno