Max-width 100% Max-width 100% -

Tanti italiani alla 25a edizione del Festival di Biarritz


Dal 23 al 29 di gennaio saranno undici le produzioni di casa nostra che parteciperanno in concorso al festival francese.


Tanti italiani alla 25a edizione del Festival di Biarritz
Saranno ben undici le produzioni italiani che concorreranno nelle diverse sezioni della 25a edizione del "Festival International de Programmes Audiovisuels de Biarritz", che si terrà nella città francese dal 23 al 29 di gennaio.
Sei documentari faranno parte della "Fipatel - Documentaires de Création", "C'era una Volta in Italia - Memorie di un Paese che non c'è più" di Stefano Grossi, "Cadenza d'Inganno" di Leonardo Di Costanzo, "La Terra negli Occhi" di Gaia Adducchio, "Tarqìz" di Pietro Bellorini, "Transiti" di Davide Tosco e "Vinylmania - Quando la Vita corre a 33 giri" di Paolo Campana.

Sarà invece la "Competition Musique et Spectacles Vivants" ad ospitare "Rigoletto a Mantova" di Marco Bellocchio, mentre tra i titoli della "Situations de la Création Française" vi sarà "Andante ma non Troppo - 150 Anni di Storia d'Italia" di Enrico Cerasuolo.

Liliana Cavani sarà presente al festival nella sezione "Competition Fictions Unitaires" con "Troppo Amore", film di finzione in due puntate.
Tra le "Seriès" concorrerà "Cenerentola" di Christian Duguay e nella "Rencontres Internationales/Jeune Crèation" spicca "Fireworks" di Giacomo Abbruzzese.

14/01/2012, 07:00

Antonio Capellupo

Continua...