Max-width 100% Max-width 100% -

Cast

Interpreti:
Giuseppe Fiorello (Marco Merani)
Alvaro Cervantes (Aurelio)
Claudia Pandolfi (Alessia)
Nicole Grimaudo (Flavia)
Fabrizio Ferracane (Mario)
Carlos Librado (Pablo)
Alicia Borrachero (Carmen Villa)
Marco Leonardi (Jacopo Merani)
Roberto Nobile (Antonio)
Ignasi Vidal (Nerone)
Gea Dall'Orto (Joy Merani)
Galatea Ranzi (Dottoressa Leone)
Armando De Razza (Polverone)

Soggetto:
Gianfranco Franciosi (Libro "Gli Orologi del Diavolo")
Federico Ruffo (Libro "Gli Orologi del Diavolo")
Fabio Grassadonia (Soggeto di Serie)
Antonio Piazza (Soggeto di Serie)

Sceneggiatura:
Salvatore Basile
Valerio D'Annunzio
Alessandro Angelini

Musiche:
Stefano Lentini

Montaggio:
Patrizio Marone
Valentina Mariani
Chiara Vullo

Costumi:
Paola Bonucci

Scenografia:
Maurizia Narducci

Fotografia:
Nicola Saraval

Suono:
Antongiorgio Sabia
Massimo Simonetti

Casting:
Federico Marsicano

Aiuto regista:
Nanni Marino

Produttore:
Roberto Sessa
Alessandro Carbone (Rai)
Paola Foffo (Rai)

Organizzatore Generale:
Patrick Carrarin

Gli Orologi del Diavolo


Regia: Alessandro Angelini
Anno di produzione: 2020
Durata: 4 puntate
Tipologia: film-tv
Genere: azione/criminalità/drammatico
Paese: Italia
Produzione: Picomedia, Rai Fiction, Mediaset Espana, Rai Com
Distributore: n.d.
Data di uscita:
Formato di proiezione: HD, colore
Ufficio Stampa: Fosforo / Rai Fiction / Nicoletta Gemmi / Annarita Peritore
Vendite Estere: Rai Com
Titolo originale: Gli Orologi del Diavolo

Sinossi: Marco Merani è un motorista nautico bravissimo, ha un passato nelle gare offshore e un presente da costruttore di barche alla foce del fiume Magra. Lo sanno tutti che è il migliore e lo sanno anche dei narcotrafficanti a cui farebbero comodo gommoni che corrono più delle motovedette dei carabinieri e della polizia. Marco mangia la foglia e chiede a Mario, suo amico poliziotto, come deve comportarsi. La polizia in verità sta seguendo questi narcotrafficanti da tempo senza grandi risultati così propone a Marco di collaborare con la giustizia per incastrare i boss di questo cartello spagnolo. “El mecanico”, suo malgrado, si ritrova a indossare i panni di infiltrato speciale costruendo e guidando barche dedite al traffico di droga, diventando un punto di riferimento per il giovanissimo Aurelio, geniale e astuto boss dell'organizzazione che si affeziona a Marco come a un fratello. Un legame pericoloso come l'abbraccio di un serpente. E così la vita di Merani si sdoppia: è costretto a dire bugie ai suoi affetti, ai suoi operai e a invischiarsi in una spirale di continui compromessi. Marco fa il possibile per spiare i narcotrafficanti e rivelare tutto alla polizia, ma quando durante un’operazione in mare fra Italia e Spagna qualcosa va storto, Marco viene arrestato dalle forze dell’ordine francesi e incarcerato. È certo che la polizia italiana chiarisca la sua posizione e attende fiducioso la liberazione, ma nessuno dall’Italia rivendica la sua copertura. Ora è sotto scacco, il meccanico sa che se parla o dichiara la sua vera identità è un uomo morto e gli rimane una sola scelta: affrontare con coraggio l'inferno delle galere francesi. Marco trascorre otto mesi in prigione, in condizioni durissime e quando torna in Italia la sua reputazione è distrutta, la sua  vita familiare è a pezzi e si sente tradito da chi non l'ha tutelato. Alla sua porta, però, torna a bussare Aurelio. Ha ancora bisogno di lui, del suo fratello italiano, che ha tenuto la bocca chiusa dietro le sbarre e che merita un premio, un ultimo viaggio, un ultimo carico che sistemerà tutto e tutti per sempre. Ma anche la polizia gli chiede un ultimo aiuto, un ultimo sacrificio, poi riceverà tutto il sostegno per ricominciare a vivere. Cosa farà Marco? Il meccanico sa che per uscire da questa trappola potrà contare solo sulle sue forze.

Ambientazione: Malaga (Spagna) / Cadice (Spagna) / Roma / Puglia

Libro sul film "Gli Orologi del Diavolo":
"Gli Orologi del Diavolo"
di Gianfranco Franciosi, Federico Ruffo, 654 pp, Rizzoli, collana Di tutto di più, 2015
Gennaio 2005. Gianfranco Franciosi, per tutti Gianni, ha venticinque anni e un talento innato come meccanico navale. A Bocca di Magra lo conoscono tutti, le sue giornate trascorrono tra casa, cantiere e il ristorante di famiglia dove passa per litigare con il padre. Un giorno riceve una strana visita: due clienti offrono un anticipo da cinquantamila euro in contanti per un gommone velocissimo, con doppio fondo ed equipaggiato con radar e GPS. Gianni si insospettisce, va alla polizia e accetta di aiutare gli investigatori a capirci di più. Sembra una cosa destinata a risolversi in fretta, invece Gianni scivola in un gioco più grande di lui e, con il passare dei mesi, diventa un agente infiltrato a tutti gli effetti. Inizia così la sua seconda vita: quattro anni di viaggi in Sudamerica per trasportare enormi quantità di cocaina, quattro anni di festini con i narcos e di riunioni di emergenza con la polizia, quattro anni di paura. Diventa fratello acquisito del boss spagnolo Aurelio e guadagna una collezione di Rolex ("uno per ogni affare che faremo insieme") ma al tempo stesso perde tutto: l'amore della sua donna, la famiglia, il lavoro. Quando finalmente la polizia conclude il più grande sequestro di droga mai avvenuto in Europa, Gianni è pronto a riprendersi la sua vita, ma Aurelio sfugge all'arresto e vuole vendetta. È l'inizio di un incubo che continua ancora oggi: Gianni deve rinunciare alla sua identità e sparire nel nulla.


Note:
PERSONAGGI

MARCO MERANI (Giuseppe Fiorello), meccanico e genio dei motori nautici, ama la sua vita e la sua famiglia. Il suo talento nel lavoro lo spingerà faccia a faccia con un giro di narcotrafficanti che lo porterà a diventare il primo infiltrato civile della storia italiana. Costretto al silenzio anche con sua moglie e sua figlia, travolto da accuse terribili e dall'onta di una carcerazione ingiusta e inevitabile, in nome del proprio senso di giustizia vivrà un'odissea che
cambierà per sempre la sua esistenza.

AURELIO VIZCAINO (Alvaro Cervantes), spagnolo, rampollo di una nota famiglia di trafficanti di droga, ha ereditato il proprio impero da suo padre. Porta avanti i suoi affari con pugno di ferro e tenendo sempre un basso profilo. Intelligente e, a suo modo, sensibile quanto spietato, si affezionerà a Marco arrivando a considerarlo una sorta di fratello acquisito almeno fino al giorno in
cui non scoprirà la verità.

ALESSIA (Claudia Pandolfi) è la donna che ruberà il cuore di Marco quando tutti, compresa sua moglie, gli volgeranno le spalle. Donna forte e sensibile e madre separata di tre figli, sarà accanto a Marco dandogli la forza di affrontare
l'incubo di cui sarà vittima.

JOY MERANI (Gea Dall’Orto) è la figlia adolescente di Marco. Molto affezionata a suo padre, vivrà in prima persona le conseguenze della sua scelta che la porterà a dover rinunciare a lui. A fare i conti con la paura che le accuse che vogliono suo padre narcotrafficante siano vere. Eppure, non smetterà mai di credere in lui. E di amarlo.

FLAVIA (Nicole Grimaudo) è la moglie di Marco. Donna pragmatica e dura, mal sopporta l'entusiasmo e la leggerezza di suo marito. Dinnanzi ai tanti silenzi e alle mille accuse di cui sarà vittima Marco, perderà fiducia in lui tanto da lasciarlo.

JACOPO MERANI (Marco Leonardi), fratello minore di Marco ed ex tuffatore, ha dovuto rinunciare alla sua carriera e a una vita normale in seguito a un incidente. Prova per il fratello un amore forte almeno quanto la rabbia che cova dentro..

ANTONIO MERANI (Roberto Nobile) è il padre di Marco e Jacopo, un uomo ruvido e silenzioso. È stato lui a crescerli dopo la morte della loro madre.. Il suo rapporto già labile con il figlio verrà distrutto dalle accuse che piomberanno addosso a Marco.

DIMITRI (Gjergji Lala), operaio nel cantiere di Marco e originario dell'est
Europa, è legato al meccanico da un rapporto di profonda fiducia e riconoscenza. Nonostante i dubbi iniziali, le accuse che travolgono Marco e che lo vorrebbero narcotrafficante, non gli volterà mai le spalle.

MARIO (Fabrizio Ferracane), agente dello SCO e conoscente di Marco, sarà
l'agente di collegamento tra lui e la polizia. Diviso tra il senso del dovere e la propria morale, pur di incastrare Aurelio accetterà di “usare” Marco ma, al contempo, tenterà in tutti i modi di proteggerlo.

VEXINA (Federico Pacifici) è lo spietato e opportunista Vice Questore Aggiunto che, pur di arrestare Aurelio, forzerà le procedure e getterà Marco nella morsa del carcere.

CATERINA LEONE (Galatea Ranzi) è il PM incaricato dell'inchiesta.
Competente e onesta, guiderà l'indagine con equilibrio e senso della giustizia.

CARMEN VILLA (Alicia Borrachero) è il commissario spagnolo incaricato di seguire la parte iberica dell'indagine. Donna forte e determinata, stringerà con Marco un rapporto di fiducia e reciproca stima. Nel limite delle proprie possibilità, proverà a tutelarlo e a porre fine alla sua odissea.

PABLO HERNANDEZ (Carlos Librado), uomo di Aurelio, verrà arrestato e vivrà il carcere assieme a Marco. Dopo un iniziale odio reciproco, dietro le sbarre stringerà una forte amicizia con Marco.

NERONE (Ignasi Vidal), Braccio armato di Aurelio e suo uomo di fiducia, ne è anche il cognato, avendone sposato la sorella. Ma quando scoprirà che la donna lo tradisce con Pablo Hernandez, scatenerà la sua rabbia sotto la guida di Aurelio. Anche nei confronti di Marco.


SSBWaWFnZ2kgRGkgUm9ieQ==

Video


Foto